UNICT, i primi laureati della “magistrale” internazionale in Data Science for Management

Raffaele Francesco Barbagallo, Bruno Casella, Emanuele Maita, Matteo Pennisi e Giulia Silvestro hanno completato il percorso di studi.

Primi laureati del corso di laurea magistrale internazionale in Data Science for Management. A completare il percorso formativo gli studenti Raffaele Francesco Barbagallo, Bruno Casella, Emanuele Maita, Giulia Silvestro e Matteo Pennisi. I cinque neodottori hanno raggiunto nei giorni scorsi l’ambito traguardo del conseguimento della laurea magistrale discutendo (Raffaele Francesco Barbagallo in modalità telematica), nell’aula magna del Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania, le tesi di laurea in diversi campi innovativi come l’ottimizzazione e applicazioni di statistical learning per nuovi servizi in ambito bancario, i sistemi di raccomandazione in ambito aziendale, la sperimentazione di nuove tecniche di intelligenza artificiale mirate a preservare la privacy dei dati e l’incremento delle performance di reti neurali in condizioni di limitata disponibilità di dati. Un corso di studi internazionale interamente in lingua inglese, presieduto dal prof. Antonio Punzo, istituito recentemente grazie alla collaborazione tra i dipartimento di Economia e ImpresaIngegneria Elettrica Elettronica e Informatica e Matematica e Informatica, con l’obiettivo di formare figure professionali (Data Scientist) in grado di affrontare problemi complessi e di utilizzare tecniche statistiche, matematiche e informatiche all’interno di aziende e amministrazioni pubbliche e private. Un obiettivo già in parte raggiunto visto che alcuni dei neolaureati ha già stipulato un contratto di lavoro in un’impresa catanese e altri sono in procinto di avviare proprie attività o sono già coinvolti in progetti di ricerca e sviluppo a livello imprenditoriale. Il corso di studi, che fornisce abilità specifiche altamente richieste e spendibili nell’attuale mondo del lavoro, prevede un’organizzazione didattica molto flessibile per venire incontro ai diversi interessi e inclinazioni degli studenti e punta, inoltre, all’internazionalità consentendo agli studenti di accrescere le loro capacità linguistiche e di relazioni con persone di altre nazionalità e di conseguenza di ampliare le possibilità di inserimento nel campo del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *