UCL: cuore Bayern ma in finale va il Barça

Il Bayern Monaco vince 3-2 ma sono i catalani a strappare il primo biglietto per Berlino. Messi e compagni aspettano la vincente tra Real Madrid e Juventus.

Non è bastata una grande prestazione al Bayern per ribaltare il risultato dell’andata; all’Allianz Arena la squadra di Pep Guardiola vince 3-2 davanti a un pubblico meraviglioso ma è il Barcellona, come da pronostico, a passare il turno. I due allenatori non cambiano le formazioni che erano scese in campo al Camp Nou una settimana prima, con i bavaresi che stavolta si schierano fin da subito con la difesa a 4.

Il match inizia a ritmi altissimi e dopo 7 minuti la squadra di casa passa in vantaggio grazie al colpo di testa dell’ex romanista Benatia su corner di Xabi Alonso. Lo stadio diventa una bolgia e il pubblico sugli spalti comincia a credere alla clamorosa rimonta, con ancora un’intera partita da giocare. Il Bayern attacca fortissimo ma basta un’invenzione di Messi per riportare i tedeschi alla realtà: palla filtrante per Suarez che, solo davanti a Neuer, appoggia alla sua sinistra per Neymar, che deve semplicemente spingere la sfera dentro la porta vuota per l’1-1 che spegne l’entusiasmo dei bavaresi.

Passano i minuti, la difesa di Guardiola si scopre e al 29’ ancora Suarez viene lanciato in campo aperto sulla destra, Boateng e Benatia si dimenticano di marcare Neymar dall’altro lato, il brasiliano riceve palla dal compagno, controllo e destro secco sul primo palo: 2-1 e Barça col pass per Berlino in mano.

Il primo tempo si chiude con due miracoli di Ter Stegen su Lewandowski e Mueller. Nella seconda frazione di gara Luis Enrique manda in campo Pedro al posto di uno strepitoso Suarez, il Barcellona pensa più a risparmiare le forze che a giocare e il Bayern ne approfitta, se non altro per regalare una vittoria (se pur inutile) ai propri tifosi. I ragazzi di Guardiola trovano due splendide reti, la prima al 14’ con l’ex Dortmund Lewandowski e la seconda con Mueller al 28’, riuscendo a portare a casa, quantomeno, il risultato.

L’allenatore blaugrana, nel finale, manda in campo Xavi che taglia così il traguardo delle 150 partite in Champions League. Il triplice fischio di Clattenburg decreta, ufficialmente, il passaggio del turno del Barcellona, che a Berlino giocherà l’ottava finale della sua storia. Il vero protagonista della serata è però stato il pubblico dell’Allianz Arena, a tratti commovente, che non ha smesso per un minuto di cantare e di incitare i propri ragazzi. Con la doppietta di Neymar, l’attacco del Barcellona arriva a 114 gol stagionali, cifre impressionanti per quella che, ad oggi, è senza alcun dubbio la squadra più forte del mondo.

 

IL TABELLINO:

Bayern Monaco – Barcellona 3-2 ( and. 0-3)

Bayern Monaco ( 4-3-3): Neuer; Rafinha Boateng Benatia Bernat; Lahm ( Rode 22’ s.t.) X. Alonso Schweinsteiger ( J. Martinez 41’ s.t.); Mueller ( Gotze 41 s.t.) Lewandowski Thiago. A disp.: Reina, Dante, Pizarro, Weiser. All.: Guardiola

Barcellona ( 4-3-3): Ter Stegen; D. Alves Pique Mascherano J. Alba; Rakitic ( Mathieu 26’ s.t.) Busquets Iniesta ( Xavi 28’ s.t.); Messi Suarez ( Pedro 1’ s.t.) Neymar. A disp.: Bravo, Bartra, Rafinha, Adriano. All.: L. Enrique

Arbitro: Clattenburg (ENG)

Marcatori: 7’ Benatia (BM), 15’ e 29’ Neymar (B), 14’ s.t. Lewandowski (BM), 28’ s.t. Mueller (BM)

Ammoniti: Rafinha, Thiago, Lewandowski, X. Alonso, Rode (BM) Rakitic, Pedro (B)

Espulsi: Nessuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *