Trapani, turno – infrasettimanale – della disperazione: obbligatorio vincere

Titta Mustazza: “Salvare la B ad ogni caso, questo Trapani può farcela. La cura? Cercare sempre di mettere il cuore oltre l’ostacolo”.

tittamust

Undicesima giornata, turno infrasettimanale. Il Trapani, ultimo in classifica, affronta una delle sorprese di questo avvio di campionato, la matricola Benevento. Una Serie B 2016/2017 che ha riservato un approccio traumatico ai siciliani, in pauroso ritardo fisico e mentale e incapaci ad oggi di vincere, neanche una partita.

Dopo il tracollo di Bari, condito dalle effervescenti parole di mister Serse Cosmi, e la successiva decisione di portare la squadra in ritiro, subito la parola al campo nella ricerca di quella riscossa e di quei tre punti scaccia pensieri.

Non sarà facile perché dal canto suo l’avversario ha tutte le intenzioni di sfruttare il momento di difficoltà dei granata. Per un commento relativo alla sfida di questa sera al Provinciale, calcio di avvio alle 20:30, abbiamo intervistato l’esperto delle vicende trapanesi, mister Titta Mustazza. Queste le sue parole:

“Anche io, in accordo con Cosmi, mi sento di dire che a Bari ho visto soltanto un’accozzaglia di giocatori. Non funziona nessun reparto, soltanto alcuni si salvano. Per il resto, i portieri sbagliano così come difensori, centrocampisti e attaccanti. Però disunendosi e giocando a scaricare la colpa sugli altri non si arriva da nessuna parte, ragion per cui bisogna remare tutti verso la stessa meta, cercando di fare il possibile per perseguire l’obiettivo salvezza.

Spero che Morace si faccia sentire, sarà già intervenuto negli spogliatoi. A gennaio il mercato per forza di cose dovrà portare nuova linfa ma ci sono ancora tante gare da giocare fino a quel momento.

Giocare subito può essere uno stimolo positivo: il problema è che non ci sono attenuanti, il Trapani deve vincere… Anche perché poi c’è il Verona fuori…

La malattia di questa squadra si cura mettendo il cuore oltre l’ostacolo e lottando per tutte le partite… Il Benevento verrà qui a giocarsela, e sfrutterà la propria tranquillità per fare male nei momenti chiave… Dovranno essere bravi e pazienti, Pagliarulo e compagni, per provare a centrare la prima gioia dell’anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *