Trapani. Nave Ospedale ELPIS in viaggio verso il Madagascar

La Nave Elpis è partita domenica dal porto di Trapani per circumnavigare l’Africa occidentale verso il Madagascar. Alle ore 11:30, Elpis ha mollato gli ormeggi… è iniziato il lungo viaggio verso l’Atlantico!!!
In aiuto a chi ha bisogno con i servizi sanitari provenienti dal mare.
18209368_1777718068919964_5646543821894600291_o

La Solidarietà Sanitaria naviga verso l’Africa. Il Presidente dell’Associazione Elpis Nave Ospedale Onlus, dott. Giancarlo Ungaro, ha presentato il lungo viaggio umanitario che si sta apprestando a compiere la Nave Elpis nella rotta di circumnavigazione delle coste africane, lungo le direttrici atlantiche, per approdare in Madacascar, regione già visitata dall’ex peschereccio, assemblato ad ospedale per un audace progetto umanitario.

La nave ospedale e’ attrezzata di sala operatoria, laboratorio di analisi e farmacia, utile per muoversi liberamente lungo le coste africane fin lungo i fiumi del Madagascar e portare soccorso dove c’è più bisogno e soprattutto nelle zone non raggiungibili via terra.

Vi è una vasta fascia di territorio malgascio ricco di popolosi villaggi ma privo di strade di comunicazione, raggiungibili solo dal mare.

2017-04-30-PHOTO-00000139Durante il viaggio infatti verranno fatte diverse soste operative in molti paesi africani con i quali, su loro richiesta, sono state avviate trattative ed accordi di cooperazione umanitaria, e verso i quali verrà effettuata gratuitamente attività sanitaria plurispecialistica e di formazione, ad opera del personale sanitario cooperante in regime di volontariato. I paesi ospitanti forniranno appoggio logistico alla Nave durante le soste operative.

La prima tappa è prevista in Senegal, all’interno del fiume Casamance, dove la Nave sosterà per un mese, effettuando la sua missione a favore delle popolazioni della città di Zinguichor e dei tanti villaggi di pescatori che si trovano nelle limitrofe zone disagiate e molto lontane da qualunque struttura ospedaliera.

Poi è previsto in trasferimento in Costa d’Avorio, Angola e così via fino al Madacascar, per un gradito ed aspettato ritorno. 

2017-04-30-PHOTO-00000140

Il progetto chiamato Elpis, in onore alla Dea greca della Speranza, nasce anche dalla volontà di portare immediati aiuti sanitari, sociali ed umanitari a tutte le popolazioni colpite da catastrofi naturali, sempre più frequenti e violente.

L’invio di volontari, la cui sistemazione logistica sarà curata dall’Associazione “Elpis Nave Ospedale”, sarà volto non solo all’espletamento delle attività medico-odontoiatriche, ma anche alla formazione professionale del personale locale per creare in loco un’equipe operativa capace di autogestirsi in modo autonomo, non appena se ne saranno presentate le possibilità. L’obiettivo finale è il miglioramento della qualità della vita della popolazione e la riduzione della prevalenza della patologia orale grazie a protocolli di intervento terapeutico e prevenzione volti alla correzione di abitudini e comportamenti socio–alimentari inadeguati.logo

La città di Trapani è da tempo impegnata in grandi missioni umanitarie. La onlus “Trapani per il Terzo Mondo” continua ad essere operativa nell’isola malgascia portando avanti i suoi progetti di adozioni a distanza, di scolarizzazione, di invio container, di costruzione di pozzi d’acqua e di strutture sanitarie.

L’Associazione Elpis, presieduta dal dottor Giancarlo Ungaro, dunque, curerà in maniera esclusiva i progetti di natura medica in Madagascar, portando avanti il lavoro già avviato in passato con le missioni dei medici per offrire assistenza sanitaria alla popolazione locale ed effettuare operazioni chirurgiche più urgenti.elpis percorso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *