Torre del Grifo: le parole di Lucarelli alla vigilia della Paganese

Parla il tecnico etneo a ventiquattro ore dalla sfida che separa i rossazzurri dalla Paganese. All’andata un largo 2-5 in favore del Catania

1

Dopo il beffardo pareggio arrivato solamente nei minuti di recupero nell’ultima sfida che ha visto il Catania prendere un solo punto sul campo del Bisceglie, i rossazzurri sono pronti a tornare sul terreno di gioco per cercare la vittoria contro la Paganese, squadra con la quale nel match di andata, arrivò una delle prestazioni più convincenti della stagione, ovvero un 2-5 in rimonta che fece balzare alle stelle gli umori in casa Catania.

Oggi, invece, presso la sala stampa di Torre del Grifo Village, mister Cristiano Lucarelli ha risposto alle domande dei giornalisti presenti, iniziando, però, la conferenza in un modo inedito rispetto al solito, ovvero, dimostrando come la sua squadra non abbia abbassato il baricentro nella sfida con il Bisceglie, dopo gli ingressi in campo di Marchese e Rizzo.

Queste le parole del tecnico:

Sull’ultima sfida e sulla gara di domani contro la Paganese: “Abbiamo ancora l’amaro in bocca per quanto successo a Bisceglie, soprattutto perché la vittoria è sfumata a pochi minuti dalla fine. A me non piace parlare degli arbitri, ma è anche vero che l’ultimo direttore di gara ha commesso in ben cinque occasioni degli errori troppo gravi che ci hanno nettamente condizionato la partita. Adesso, però, dobbiamo pensare alla sfida di domani e, sappiamo che sarà una sfida difficile. La Paganese ha un organico giovane e molto abile e, sicuramente, in alcuni frangenti di gioco saremo costretti a doverli inseguire ma, dobbiamo essere in grado, nel complessivo, di giocare noi la partita come sappiamo fare. Dopo la brutta sconfitta per 5-0 a Monopoli la squadra ha cambiato atteggiamento ed ho visto, finalmente, il gruppo che volevo e che cercavoo dall’inizio della stagione.”

Sul campionato: “Io non mi arrendo e non lo faranno nemmeno i ragazzi. Noi lotteremo, finché la matematica non ci condannerà ai playoff, per raggiungere la promozione diretta in Serie B. Sappiamo che il Lecce ha sette punti di vantaggio, ma noi proveremo con tutte le nostre forze a stargli dietro, cercando di sfruttare i loro passi falsi”.

Sul dolore alla schiena di Curiale: “Abbiamo sofferto con molti giocatori per infortuni. Nell’ultima partita Curiale è rimasto in panchina ed ha disputato solamente gli ultimi cinque minuti perché risentiva un forte dolore alla schiena che non gli ha permesso di essere al massimo della forma. Avevo anche parlato con il ragazzo prima della partita e lui stesso non si sentiva tanto pronto per scendere in campo. Non so se giocherà domani con la Paganese, vedremo come si sentirà”.

Ricordiamo ancora che i rossazzurri scenderanno in campo, domani pomeriggio alle 14:30 contro la Paganese, presso le propria mura amiche del “Massimino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *