Torre biologica, due progetti di ricerca del dipartimento Medclin

Venerdì 17 gennaio alle 9, nell’aula magna della Torre Biologica “Ferdinando Latteri” (via Santa Sofia 89), saranno presentati, nel corso del convegno “Interdisciplinarietà: il collante della ricerca”, i risultati dei due progetti innovativi del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale (MedClin), finanziati sulla linea 2 del Piano della Ricerca dell’Università di Catania 2016-2018.

Torre Biologica

Il Piano triennale di sviluppo delle attività di ricerca del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale – elaborato nel giugno 2017 in attuazione della seconda linea di intervento del Piano di Ateneo per la ricerca 2016/2018 – si è caratterizzato per la scelta di aggregare le risorse, umane e finanziarie, su due progetti di ricerca a carattere innovativo e interdisciplinare, con l’obiettivo di consentire a tutti i docenti, anche se appartenenti a settori scientifico disciplinari poco rappresentati numericamente, di poter applicare e partecipare attivamente, dando il loro contributo a tematiche di ampio interesse.

Tutti i docenti del dipartimento sono stati invitati a proporre obiettivi e azioni di ricerca all’interno di due macro-tematiche, individuate come in grado di aggregare differenti competenze disciplinari, poi confluiti nei due progetti dipartimentali #A ‘Marcatori molecolari e clinico-strumentali precoci, nelle patologie metaboliche e cronico-degenerative’ (coord. dal prof. Lorenzo Malatino e dai proff. Salvo Piro e Laura Sciacca, con la partecipazione di 22 docenti e 4 giovani ricercatori non strutturati) e #B ‘Valutazione a distanza degli effetti nocivi della chemioterapia e della radioterapia su vari organi in pazienti affetti da patologie neoplastiche insorte in età pediatrica” (coordinato dal prof. Andrea Di Cataldo con la prof.ssa Giovanna Russo, a cui hanno aderito 20 docenti e 4 giovani ricercatori non strutturati).

I due progetti sono stati esaminati e approvati da una Commissione esterna di tre docenti del dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e Tecnologie avanzate ‘G. Ingrassia’ e hanno avuto avvio nel gennaio del 2018 per due annualità. Il primo monitoraggio dello stato di avanzamento dei progetti si è svolto nel novembre 2018, con i componenti dell’Advisory Board esterno al dipartimento, composto dal prof. Giorgio Sesti dell’Università Roma La Sapienza, dal prof. Ercole Concia dell’Università di Verona e dal prof. Salvatore Siena dell’Università Statale di Milano.

In questo incontro, aperto anche ai giovani ricercatori, dottorandi, specializzandi e tesisti del dipartimento saranno illustrati i risultati finali dei vari progetti, che hanno tenuto conto delle critiche e dei consigli dei membri dell’Advisory Board. Lo scopo è anche quello di favorire il dialogo tra diverse generazioni di ricercatori e di mostrare ai più giovani come sia possibile nella nostra realtà coniugare rigore scientifico e metodologico, passione ed entusiasmo per la ricerca.

I lavori saranno aperti dal rettore Francesco Priolo e dal direttore del Dipartimento Medclin Francesco Purrello. Il progetto “Marcatori molecolari e clinico-strumentali precoci, nelle patologie metaboliche e cronico-degenerative” sarà introdotto dai coordinatori Lorenzo Malatino, Salvatore Piro, Laura Sciacca; mentre il progetto “Valutazione a distanza degli effetti nocivi della chemioterapia e della radioterapia su vari organi in pazienti affetti da patologie neoplastiche insorte in età pediatrica” dai coordinatori Andrea Di Cataldo e Giovanna Russo.

Le conclusioni sono affidate ai professori Giorgio Sesti dell’Università “La Sapienza” di Roma e Salvatore Siena dell’Università di Milano, entrambi membri dell’advisory board esterno del dipartimento Medclin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *