Tornatore ritorna nella sua “Baaria” per ricevere la Laurea Honoris Causa

Premio Oscar, trionfatore assoluto agli ultimi Nastri d’argento, David di Donatello come miglior film per “La migliore offerta”, regista di fama mondiale e adesso, anche Dottore Magistrale Honoris Causa in Scienze Filosofiche.

 

Giuseppe Tornatore, giovedì 11 Luglio alle 21.00, presso i locali della prestigiosa Villa Branciforti Butera a Bagheria, sarà insignito ufficialmente del rinomato titolo accademico. Devoto alle sue origini, "Peppuccio" – come è conosciuto nella sua Baaria – presiederà la serata, alla quale, oltre alle principali cariche dell’amministrazione comunale, sarà presente una rappresentanza delle Fondazione Teatro Massimo di Palermo e dell’Università degli Studi del capoluogo. Diretto dal maestro Salvatore Punturo, ad allietare l’evento, il coro di voci bianche del Teatro Massimo, accompagnato al pianoforte dal maestro Piero Monti. Nel corso della manifestazione, è previsto uno speciale tributo al regista bagherese, attraverso una proiezione multimediale organizzata dal Laboratorio Universitario Multimediale LUM M.Mancini, diretto dal professore Renato Tommasino, per la quale si ripercorreranno le tappe fondamentali della cinematografia "tornatoriana", attraverso un excursus dal sapore che lega passato e presente. Vincenzo Lo Meo, sindaco del comune siciliano afferma: “Bagheria non poteva non celebrare, ancora una volta, il nostro illustre concittadino non solo per il meritato successo ai Nastri D’Argento ma anche e soprattutto per il giusto riconoscimento tributatogli dall’Università di Palermo con la Laure Honoris causa. Sarà un piacere riascoltarlo, e per questo ringrazio anche i partner che hanno contribuito a questa che si prefigura – continua il primo cittadino – come una serata indimenticabile, il LUM dell’Università degli Studi di Palermo e la fondazione del Teatro Massimo”. Tornatore, l’ospite d’onore, non pago dopo l’incetta di ben sei premi conquistati ai Nastri d’Argento per “La migliore offerta”, ha recentemente dichiarato che è già al lavoro per la realizzazione di una nuova pellicola: “Ho già un progetto nuovo a cui sto lavorando, farò un nuovo film che non sarà Leningrado per quanto anche quello è ancora in piedi. Lavorerò con la stessa produzione, speriamo di cominciare a girare l'anno prossimo”. Top secret la location e il contesto in cui sarà ambientata la produzione. Una cosa è certa: non sarà la sua amata Isola. “Dopo Baaria sentivo di avere esaurito un certo tipo di discorso sulla Sicilia e ancora la penso così”, conclude il regista. Nel frattempo, nella terra che gli ha dato i natali, è atteso per il giusto riconoscimento meritato sul campo, attraverso una carriera costellata di successi che hanno messo d’accordo critica e pubblico. Un plauso al neo dottore Peppuccio Tornatore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *