Top Ten 2013: i migliori carri armati del pianeta

A partire dalla Guerra Fredda, i carri armati si sono evoluti da semplici e pesanti macchine a corazzati modernissimi ed altamente mobili, con armi e contromisure all’avanguardia

  
L’autorevolissima Army-technology.com ha stilato la classifica dei migliori carri armati al mondo in base alla capacità offensiva, la mobilità e la protezione.
 

1) Leopard 2A7+, Germania

Il Leopard 2A7+ è un carro armato di nuova generazione rivelato dalla Krauss – Maffei Wegmann (KMW) nel 2010. La nuova versione sfrutta la tecnologia del Leopard 2 MBT ed è stato adottato dalla Bundeswehr (esercito tedesco ) per la guerriglia urbana, così come le missioni militari tradizionali. Il 2A7 + è inoltre attualmente schierato in Afghanistan dal Canada sotto il comando Nato.

Il Leopard 2A7+ è armato con un cannone L55 da 120 millimetri in grado di sparare munizioni standard NATO e le nuove programmabili da 120 millimetri HE. Installata anche una mitragliatrice da 7,62/12,7 millimetri o un lanciagranate da 40 millimetri telecomandato.

I moduli di armatura passiva collegati allo scafo del Leopard lo proteggono dai missili anticarro, mine, ordigni esplosivi improvvisati (IED) e dal fuoco degli rpg. La suà velocità massima è di 72 chilometri all’ora, con un’autonomia di 450 km.

 

2) Abrams M1A2, Stati Uniti d’America

L’ M1A2 Abrams è un collaudato carro armato sviluppato dalla General Dynamics Land Systems, principalmente per l’esercito americano. E’ stato progettato sulla base dell’esperienza maturata con l’M1A1 e incorpora nuove tecnologie per fornire superiore potenza di fuoco e mobilità.

L’arma principale è il cannone ad anima liscia XM256 da 120 millimetri che può sparare una serie di munizioni Nato contro veicoli corazzati , fanteria e aerei a bassa quota. E’ anche armato con una mitragliatrice M240 da 7,62 millimetri e una M2 calibro 50.

L’Abrams trasporta 42 proiettili da 120 millimetri, 11.400 colpi per la 7,62, 900 proiettili per la calibro 50 e 32 granate fumogene. L’Abrams M1A2 integra armature pesanti composite formate da uranio impoverito rivestito di acciaio. La sua autonomia è di 426 km e può viaggiare alla velocità massima di 67,5 chilometri all’ora.

 

3) Challenger 2, Regno Unito

Il Challenger 2 (CR2) è il principale carro armato dell’esercito britannico e della Royal Army dell’Oman. E’ stato progettato e realizzato dalla British Vickers Sistemi di Difesa (ora BAE Systems) sulla base del carro armato Challenger 1. Pubblicizzato come il carro armato più affidabile del mondo, ha combattuto in Bosnia, Kosovo e Iraq.

Il cannone da 120 millimetri L30 CHARM del Challenger 2 è accoppiato a due mitragliatrici da 7,62 millimetri. Il Challenger 2 trasporta 50 proiettili APFSDS e HESH e 4.000 colpi per le 7,62 millimetri. La seconda generazione dell’armatura Chobham, offre un alto livello di protezione contro le armi a fuoco diretto. Il motore CV12 Perkins – Condor assicura una velocità massima su strada di 59 chilometri all’ora. Sulle strade dissestate la velocità massima scende a 40km /h.

 

4) K2 Black Panther , Corea del Sud

Il K2 Black Panther (Korean New Main Battle Tank) è un MBT moderno sviluppato da Hyundai Rotem per la Repubblica di Corea (Roka). La Pantera Nera è attualmente in fase di produzione, con l’entrata di servizio prevista per il 2014.

L’arma primaria del K2 Black Panther è un cannone ad anima liscia da 120 millimetri, che può sparare l’ultima generazione di munizioni ad energia cinetica ed è dotato di caricatore automatico. L’armamento secondario comprende una mitragliatrice da 7,62 millimetri ed una da 12,7 millimetri.

La velocità massima è di 70 chilometri all’ora con un’autonomia di 450 chilometri. E’ protetto da armatura composita con rivestimento reattivo esplosivo (ERA) per la protezione contro il fuoco diretto.

 

5) Merkava Mk.4 , Israele

Il Merkava Mark IV è l’ultima versione della gamma dei carri armati Merkava costruiti dalla Mantak (Merkava Serbatoio Office). Il Merkava Mark IV è entrato in servizio con le Forze di difesa israeliane nel 2004 ed è considerato il carro armato più protetto al mondo.

L’ Mk.4 è armato con un cannone ad anima liscia da 120mm MG253, in grado di sparare proiettili anticarro ad alto esplosivo (HEAT) e missili guidati. Due mitragliatrici da 7,62 e 12,7 millimetri coassiali, integrano la dotazione in torretta con un lanciagranate da 60 millimetri.

Il Merkava Mk.4 è dotato di una speciale armatura a strati distanziati. Il sistema di protezione attiva “Trophy” protegge l’equipaggio contro i più avanzati missili anticarro. La velocità massima è di 64 chilometri all’ora.

 

6) Type 10 (TK – X), Giappone

Il Type 10 (TK-X) è un carro armato avanzato di quarta generazione costruito dalla Mitsubishi Heavy Industries per il Ground Self Defence Force del Giappone (JGSDF). Il TK-X è entrato in servizio con l’JGSDF nel 2012 ed è ritenuto tra i migliori carri armati del mondo per quanto riguarda la velocità.

La potenza di fuoco è data da un cannone ad anima liscia da 120mm, una mitragliatrice pesante da 12,7 millimetri ed una da 7,62 millimetri.

Lo scafo del carro armato è fissato a pannelli modulari in ceramica in grado di garantire ottima protezione contro rpg, proiettili a ricerca termica e missili anticarro . I moduli possono essere facilmente rimossi o installati per modificare i vari livelli di protezione. Il motore diesel raffreddato ad acqua da 1.200 hp offre una velocità massima di 70 chilometri all’ora.

 

7) Leclerc, Francia

Il Leclerc è un carro armato sviluppato dalla GIAT Industries (ora Sistemi Nexter ) per l’esercito francese ed è anche attualmente in servizio con l’Esercito degli Emirati Arabi Uniti. Il primo carro armato Leclerc è stato consegnato alla DGA (Procurement Agency francese) nel gennaio 1992.

Il Leclerc è un carro armato di terza generazione armato con un cannone ad anima liscia CN120 -26 da 120 millimetri, una mitragliatrice da 12,7 millimetri ed una da 7,62 millimetri. Può trasportare 40 proiettili per il cannone e più di 950 munizioni per la 12,7 millimetri.

L’armatura modulare formata da acciaio, ceramica e kevlar protegge l’equipaggio contro gli Ied. Il sistema di autoprotezione Galix aumenta ulteriormente la sua capacità di sopravvivenza. Il Leclerc ha una velocità massima di 72 chilometri all’ora e può colpire bersagli ad una velocità di 50 km/h su qualsiasi terreno.

 

8) T-90ms, Russia

Il T-90ms, versione modernizzata del carro armato T-90 costruito da Uralvagonzavod, è stato presentato per la prima volta all’Expo delle armi russe nel settembre del 2011. Il T-90ms è stato ampiamente rinnovato per offrire migliorare le prestazioni di combattimento negli attuali scenari bellici.

Il cannone da 125 millimetri 2A46M -5 può sparare diversi tipi di munizioni con elevata precisione. Montata sulla torretta, ma controllata a distanza, anche una mitragliatrice 6P7K da 7,62 millimetri in funzione antiaerea.

I pannelli modulari ERA installati sul lato posteriore e laterale del carro armato, offrono protezione contro le piccole armi e le schegge delle granate. La parte anteriore dello scafo così come la torretta, possono essere dotati di blindature reattive Relikt per la protezione contro i missili anti-carro. Il T-90ms dispone anche di un sistema di screening optoelettronico e sistema di protezione elettromagnetica. Un motore V – 92S2F con potenza nominale di 1.130 hp fornisce velocità massima di 60 km/h.

 

9) Oplot-M (aggiornato) / BM Oplot, Ucraina

L’Oplot-M o BM Oplot è una versione avanzata del T-84 Oplot prodotto dalla Kharkiv Morozov. E’ in dotazione alle Forze Armate ucraine ed alla Royal Thai Army.

L’Oplot-M monta un cannone KBA -3 da 125 millimetri, con un sistema di auto-caricamento che può sparare colpi HE- FRAG ( frammentazione ad alto potenziale), APFSDS, HEAT e missili guidati. L’armamento secondario è composto da una mitragliatrice KT-7.62 (PKT) da 7,62 millimetri ed una da 12,7 millimetri in funzione antiaerea.

L’armatura multistrato dell’Oplot-M può resistere a colpi dei proiettili a ricerca termica e resiste ai colpi esplosivi grazie alla corazza reattiva installata. Ottima resistenza anche contro le granate anticarro e missili. La protezione è ulteriormente incrementata da un generatore di fumo e da un sistema di contromisure optronici Varta. Il motore da 1.200 CV assicura una velocità massima di 70 chilometri all’ora.

 

10) Type 99 (ZTZ-99), Cina

Il Type 99 (ZTZ-99) è un carro armato di terza generazione costruito dalla Cina del Nord Industries Group Corporation (Norinco) per l’ Esercito di Liberazione del Popolo Cinese (PLA). Il Type-99 è entrato in servizio nel 2001.

E’ armato con un cannone stabilizzato ad anima liscia da 125 millimetri ZPT98 e spara proiettili APFSDS, HE-Frag e missili anticarro a guida laser. Completano la dotazione un cannone antiaereo da 12,7 millimetri ed una mitragliatrice da 7,62 millimetri.

Lo scafo corazzata in acciaio è rivestito anteriormente ed in torretta da pannelli reattivi esplosivi (Ser). Il motore diesel 1.500 hp turbo montato invece, fornisce una velocità massima di 80 chilometri all’ora su strada.

 

La nostra scelta: Merkava Mk. IV Dor Dalet

Il carro armato più corazzato al mondo non teme nulla. Il suo nuovo cannone da 120 mm, in grado di sparare proiettili ad energia cinetica ad altissima velocità, può distruggere qualsiasi mezzo del pianeta.

(Spaziodifesa)

3 pensieri su “Top Ten 2013: i migliori carri armati del pianeta

  1. Completamente sbagliato, a mio parere. E io sono iscritto al tanks net, al pakistan defense forum e su twitter seguo anche i progettisti della General Elettrics e della Chrysler.
    Intanto parlare di munizioni è inutile, in quanto tutti i cannoni da 120 mm., sebbene sfruttino munizioni diverse, possono sparare gli stessi colpi in quanto tutti derivati del Rehinmetall tedesco.
    L’unica eccezione il LAHAT israeliano, che viene sparato dal MG256 del Merkava.
    Anche parlare di potenza del cannone e precisione è del tutto fuori luogo, in quanto tutti i tank occidentali (tranne Leopard 2 e Challenger 2) utilizzano l’L/44. Il Challenger ha migliori proiettili HEAT grazie alla canna rigata, e questo non viene menzionato. Il Leopard possiede l’L/56, cannone più lungo di un metro e mezzo di quello dell’Abrams.

    Il Leclerc è l’unico MBT europeo ad avere il cannone automatico, come i tank russi. Differisce nella collocazione delle munizioni, cioè nella torretta munita di blow-off piuttosto che nello scafo, senza blow-off ma più corazzato, del T-90.

    Il T-90MS è la versione d’esportazione del T-90, quidni non la prenderei in considerazione neppur minimamente, a favore del T-90AM o del T-99 Armata da poco entrato nell’esercito russo.

    Il T-90AM ha un caricatore automatico che carica in 3-5 secondi, anche se il veicolo è in movimento, ha un motore diesel che parte anche a freddo, come quello del Leopard 2, e la corazza Relikt può fermare anche gli APFSDS del Merkava non entro i 2000 metri, distanza entro la quale gli ATGM del 2A46M-5 autoalimentato distruggerebbero il carro israelinao.

    Classifica personale:
    1) T-90AM con Relikt, Shtora-2, caricatore a forcella e EDZ
    2) Leopard 2A7+ con antimissile CAN
    3) AMX-56 Leclerc con le corazze mostrate agli Eurostar 2010
    4) K2 Black Panther Mk-II, sparante le munizioni-mortaio
    5) Challenger 2 con kit CLIP
    6) Merkava Mk IV Dor Dalet con Trophy systems
    7) Type 99-G
    8) Tank-EX
    9) Type 10
    10) M1a2 Abrams SEP con kit TUSK

    • La classifica è stata stilata da ArmyTechnology.com, tra i più autorevoli siti al mondo nell’ambito della Difesa e che collabora con Intelligence americana e tutte le industrie Usa. La sua posizione è chiaramente personale ed opinabile. Continui a seguirci!
      Franco Iacch

      • Secondo me, il parere di Army Technology vale sempre meno dei dati e dell’esperienze derivate da numerose battaglie, come quella in Libano nell’82, dove pochi T-72 siriani distrussero un’intera colonna di Merkava Mk II e Mk III, veicoli ritenuti “superiori”…

        Il Leopard 2 è tutt’altro che formidabile. Cioè, ovvio che carri armati così buoni ce ne siano pochi, ma è sullo standard occidentale, cioè molto alto.

        Il T-90MS Bishma non sarà mai all’altezza del T-90AM, che è la versione “d’elite” dell’esercito russo.

        Concordo che il Merkava sia ottimamente armato, sopratutto il Dor Dalet, ma ricordo che il suo cannone, anche sparando il costoso proiettile americano M289A3, di cui l’IDF è sfornita, non può distruggere un T-90A se non entro i 2000 metri, mentre è quasi incapace di distruggere un T-90AM armato con la corazza Relikt, specificatamente progettata per fermare i colpi dell’M289A3.

Rispondi a Xavier Londsdale Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *