L’Italia saluta la Coppa Davis. Azzurri sconfitti 3-2 dal Belgio

Tennis: all’Italia non riesce l’impresa nella terza giornata di World Group contro il Belgio. Lorenzi viene nettamente sconfitto in tre set da Goffin numero 14 del ranking Atp 6-3, 6-3, 6-2. Azzurri eliminati e Belgio in semifinale con l’Australia.

Italy's Paolo Lorenzi reacts during the Davis Cup World Group Quarterfinal match against Belgium's David Goffin, at the Spiroudome de Charleroi stadium, in Charleroi, Belgium, Sunday, April 9, 2017. (ANSA/AP Photo/Geert Vanden Wijngaert) [CopyrightNotice: Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.]

L’avventura dell’Italia in Coppa Davis contro il Belgio termina ai quarti di finale. Finisce 3-2 per la nazionale belga, mai in difficoltà in questa sfida, dimostrando una netta superiorità nell’arco delle tre giornate. Si gioca sul veloce indoor dello Spiroudome di Charleroi, impianto polivalente con una capienza di oltre 6mila posti. L’Italia priva di Fabio Fognini, il giocatore di punta della nostra nazionale, si è trovata subito sotto 2-0 dopo i primi due singolari: Lorenzi e Seppi vengono superati senza difficoltà rispettivamente da Steve Darcis e David Goffin numero 14 della classifica Atp (Association of Tennis Professionals). All’Italia serve un’impresa per ribaltare il risultato. Nel doppio Seppi/Bolelli superano Ruben Bemelmans/Joris De Loore in una maratona di quasi quattro ore e regalano agli azzurri il punto del 2-1.

Apre la terza giornata l’incontro tra Paolo Lorenzi contro David Goffin. Troppa è però la differenza sul campo fra i due, e sebbene l’azzurro abbia lottato come un leone su ogni punto, ha finito per perdere malamente in tre set 6-3, 6-3, 6-2. In semifinale ci va il Belgio dove affronterà l’Australia di Nick Kyrgios a settembre. Inutile il punto conquistato dall’esordiente Alessandro Giannessi che nell’ultimo incontro ha battuto Joris De Loore in due set con il punteggio di 6-4 7-6.

All’Italia non rimane che interrogarsi sull’intero movimento del tennis azzurro incapace ormai da tempo di proporre giovani interessanti che possano diventare il futuro del nostro tennis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *