Telethon: al via domani la convention nazionale

Bilanci e nuove prospettive: tanti i temi al vaglio dei relatori. Gibilaro: “Eccezionale il lavoro svolto dai volontari sul territorio”

Se Telethon vanta risultati e numeri importanti, è grazie anche e soprattutto ai volontari attivi sul territorio che svolgono un lavoro incessante e capillare volto a un’azione di  sensibilizzazione che ha permesso alla Fondazione di tagliare alcuni traguardi in un certo senso insperati anni addietro”. Ad elogiare il lavoro del popolo dei volontari che si spendono giornalmente per far sì che la realtà della Fondazione Onlus si radichi quanto più possibile, è il coordinatore provinciale Maurizio Gibilaro, che da venerdì 2 e per due giorni, farà da padrone di casa in occasione della settima convention nazionale dei coordinatori provinciali che questa edizione si terrà a Catania, in un hotel di Viagrande. Spetterà ad Omero Toso, vicepresidente Fondazione Telethon dare il via ai lavori, seguito da Alessandro Betti, direttore della raccolta fondi, a cui compete un intervento relativo al bilancio della campagna 2013 – 2014. Quindi in scaletta II programma dialogo diretto, con DidemOzonaran, prima di passare la parola a Gibilaro che presenterà lo staff del coordinamento catanese. A seguire, prenderà la parola Tania Baglio, mamma del piccolo Matteo, testimonial della scorsa edizione della Walk of Life. E’ suo il sorriso che ha dato il volto ad una campagna serrata sul territorio che ha ricordato con rinnovato impegno il valore della ricerca e i numerosi passi avanti: la convention, con un calendario fitto di interventi, sarà infatti l’occasione per ripercorrere le tappe salienti dell’attività scientifica di Telethon, attraverso la relazione di Annamaria Merico, della direzione scientifica. A Luca Battocchio,  responsabile nazionale dei coordinamenti e dunque della rete territoriale, la parola riguardo la raccolta, cosa si è fatto e cosa possiamo fare. Concludono questa sessione, Riccardo Scivoletto, Ilaria Penna e Rodolfo Schiavo che interverranno rispettivamente sulle possibilità di sinergie tra sede e territorio in materia di campagna di piazza, e di strategia di sviluppo dell’area volontari. La ricerca, dunque, analizzata sotto ogni profilo: il contributo dei coordinamenti, le potenzialità dei vari centri dislocati sul territorio: ecco cosa dovrà rappresentare la convention, un momento di confronto a tutti i livelli, dove la base e i piani alti della Fondazione, intensifichino il dialogo per trovare nuove sfide e strategie. Non mancheranno i momenti di svago. Il concerto dei Samarcanda – Omaggio ai grandi autori italiani, chiuderà la serata di venerdì. E il giorno seguente, sabato 4, dopo la visita al centro Nemo Sud di Messina, dove si terrà la seconda giornata dei lavori, i partecipanti prenderanno parte al gala pro Telethon al teatro Massimo, organizzato dalla Gar eventi, che ospiterà, tra le altre cose, la Compagnia Nazionale di Danza Storica, con il suo presidente e direttore artistico Nino Graziano Luca. E a convention finita, la visita della cittadina di Acireale, domenica 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *