Teatro Garibaldi: Enna investe nella cultura di qualità

ENNA – Presentato il nuovo cartellone della Stagione Teatrale 2014/2014 

E’ stata presentata lo scorso 15 ottobre, presso il Teatro Garibaldi di Enna, alla presenza delle autorità e della cittadinanza ennese, la Stagione Teatrale 2014/2015. Una ventata di aria nuova e di cultura quella che si respira al Teatro Garibaldi, grazie al lavoro svolto dal direttore artistico, Mario Incudine, che nella gestione del Teatro è affiancato dagli attori Franz Cantalupo e Patrizia Fazzi e dal professore Paolo Patrinicola.

Un calendario variegato e dinamico, che vede oltre quaranta spettacoli e molte novità accolte positivamente dalla cittadinanza ennese. Gli spettacoli in programma variano dalla prosa al teatro per ragazzi, dalla musica alla danza e a fare da apri pista sarà, il 4 novembre, “Io, Nessuno e Polifemo” con Emma Dante.

In calendario anche “Un’allegra fin de siecle” con la grande Lina Wertmuller, “Crollasse il mondo” con Alessandra Mortelliti e David Coco, “Margarita e il gallo” con Alessandra Costanzo, Filippo Brazzaventre e Valentina Ferrante. Inoltre, gli artisti ennesi Franz Cantalupo, Elisa Di Dio, Andrea Trovato e Nadia Trovato porteranno in scena il romanzo dell’ennese Umberto Domina “La moglie che ha sbagliato cugino”.

Uno spazio sarà dedicato interamente ai piccoli spettatori con spettacoli che si svolgeranno la domenica pomeriggio. Sul palco del Garibaldi anche Vecchioni, Concato, Tosca, Syria e altri artisti di alto calibro.

Fiori all’occhiello di questa attesissima Stagione sono i format “Enna andata e ritorno”, dove gli artisti ennesi che si sono affermati lontano dalla loro città avranno modo di presentare ai concittadini i loro lavori; “Carta Bianca” , tre spettacoli, con protagonisti Alessandro Benvenuti, il 21 novembre, Giovanni Veronesi e Sergio Rubini, il 15 gennaio e Flavio Insinna, il 18 aprile, ad essi verrà lasciato libero spazio e non vi sarà nulla di organizzato il pubblico scoprirà in sala cosa hanno preparato per loro gli artisti. Particolare curiosità è riservata al format “Teatro del Gusto” in cui il palcoscenico si trasformerà in una cucina dove tre chef prepareranno dei piatti realizzati con prodotti locali, sotto gli occhi vigili di alcuni critici enogastronomici.

In un periodo in cui la cultura viene pesantemente colpita e le notizie sulle chiusure dei teatri si fanno sempre più numerose, Enna risponde con il rilancio del teatro di qualità, economicamente accessibile a tutti grazie ai costi contenuti del biglietti e degli abbonamenti, del teatro, come afferma un fiducioso e commosso Mario Incudine, da utilizzare come il salotto di casa propria, un luogo dove rifugiarsi mentre fuori incombe il brutto tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *