Taormina, Isola Bella. Studenti “Erasmus” a lezione di gestione e utilizzo efficace delle risorse naturali

Al progetto hanno aderito anche istituti della Slovacchia, Norvegia, Macedonia, Romania e Turchia

1

Una giornata ecologica per scoprire la “Perla del Mediterraneo” e soprattutto per conoscere e approfondire le attività di gestione mirate alla valorizzazione e alla fruizione eco-sostenibile della Riserva naturale orientata “Isola Bella” anche grazie alla tecnologia di oggi.

A vivere questa esperienza sono stati 50 studenti provenienti da diversi istituti scolastici della Slovacchia, Norvegia, Macedonia, Romania e Turchia e del Liceo scientifico “Fermi” di Paternò nell’ambito del Progetto Erasmus KA2We are smarter than technology” finalizzato alla conoscenza, consapevolezza e responsabilità nell’uso della tecnologia grazie anche alla visita guidata alla Riserva naturale orientata “Isola Bella” gestita dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania.

4

Un progetto che ha come obiettivo anche la sensibilizzazione verso un uso corretto degli strumenti digitali.

2

Gli studenti dell’istituto di Paternò, accompagnati dalla referente del progetto, la prof.ssa Maria Nicolosi, sono stati guidati nell’area protetta dal direttore della riserva Anna Abramo e dagli esperti Emilia Musumeci, Giovanni Sturiale e Sergio Aleo del Cutgana che si sono soffermati sulle buone pratiche gestionali, attività di monitoraggio e sulle criticità ambientali che insistono sull’area oltre sugli aspetti geologici del sito. Ma anche sul progetto “CET – Fruizione sostenibile di Circuiti EcoTuristici”, e la sua applicazione, tramite cui il Cutgana ha realizzato i virtual tour in 2D e 3D della riserva naturale “Isola Bella”, un sistema informativo che permette una fruizione assistita dei circuiti eco-turistici mediante la distribuzione di informazioni utili alla conoscenza delle risorse naturalistiche del territorio visitato.

3

Il sistema, infatti, permette di ottenere informazioni dettagliate (storiche, naturalistiche, culturali) inerenti i percorsi eco-turistici selezionati e prevede la possibilità di integrare la fruizione di diverse tipologie di circuiti eco-turistici e di usufruire in modo virtuale di percorsi selezionati tra quelli disponibili all’interno di strutture predisposte a tale scopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *