TaoFilmFest: standing ovation per il ritiro a ottantanni di Giovanna Ralli

L’attrice ha ricevuto il premio alla carriera, annunciando il suo ritiro delle scene

 

Standing ovation e commozione  al teatro antico quando Giovanna Ralli ha annunciato il suo ritiro dalle scene. Vestita di bianco e visibilmente commossa ha detto “Anche se sono coetanea di Sofia Loren, anzi più piccola di 24 mesi, io gli 80 anni gli ho già compiuti, e cosi mi ritiro”.

Fasciata da un abito bianco di strass, ha detto, lei che ha lavorato coi piu grandi registi italiani e non solo: “Da Rossellini ho imparato tantissimo, Ettore Scola è stato un grande maestro, mentre a Garinei e Giovannini devo tutto per quanto riguarda il teatro. 51 anni fa ho cominciato a recitare proprio qui, e la Sicilia mi ha portato fortuna. Grazie Sicilia, grazie Taormina, vi amo”.

Nata a Roma il 2 gennaio 1935, ha lavorato anche al fianco di Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi e Marcello Mastroianni. Un’artista di talento se si pensa cha ha iniziato a lavorare all’eta di 6 anni in ben 2 film: “La maestrina” e “I bambini ci guardano”.

Il 1951 e l’anno che la sdogana definitivamente con “Signori in carrozza!” di Luigi Zampa e “La famiglia passaguai” di Aldo Fabrizi. Diventa protagonista quattro anni dopo in film come “Racconti romani” di Gianni Franciolini, “Le ragazze di San Frediano”.

Condannata ad interpretare sempre l’identico ruolo, quello della popolana romana, alla fine approda alla recitazione con Roberto Rossellini e “Era notte a Roma”, sempre dello stesso regista.

Per lei anche un piccolo passaggio ad Hollywood non troppo felice.

Una cosa che le creerà piu di una difficoltà per il suo reinserimento nel cinema italiano.

Va detto che già nel 1980 a causa di una serie di insuccessi decide di ritirarsi dal mondo del cinema.

Negli anni ’90 fa piu di una partecipazione in fiction tv come “Un prete tra noi”, “Ho sposato uno sbirro” e “Tutti pazzi per amore”.

L’ultima sua apparizione al cinema e con pupi avati in “Un ragazzo d’oro”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *