Tablet in comodato d’uso gratuito per studenti del dipartimento di Scienze politiche e sociali

Oggi il rettore Francesco Priolo ha consegnato i primi 10 strumenti informatici per facilitare la partecipazione anche a distanza alle attività didattiche.

«L’Università è vostra e noi cerchiamo di dimostrarvelo in ogni modo, anche in questo periodo difficile, durante il quale avete potuto vivere poco i luoghi che vi appartengono».

E’ stato il rettore Francesco Priolo a consegnare i primi 10 tablet (con altrettante Sim) che il dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania ha messo a disposizione degli studenti per aiutarli a seguire più facilmente le lezioni a distanza. Un’iniziativa che ha riscontrato molto successo: al bando del dipartimento, infatti, hanno partecipato circa 100 studenti di 1° e 2° livello, ai quali sono stati assegnati altrettanti tablet in comodato d’uso gratuito.

«Il nostro obiettivo – ha spiegato il rettore – è cercare di darvi il maggior numero di servizi per farvi studiare in sicurezza: la meritevole iniziativa di questo dipartimento si aggiunge ad un bando di Ateneo per l’assegnazione di quasi 500 notebook, con lo stesso scopo di favorire la partecipazione a distanza, alle attività didattiche. A breve partirà un centro di ascolto psicologico per gli studenti che ne avessero bisogno, un servizio che riteniamo molto utile in questo periodo. Noi mettiamo tutti i mezzi in nostro possesso per aiutarvi e darvi la possibilità di studiare al meglio».

Come ha spiegato il direttore del dipartimento Giuseppe Vecchio «l’assegnazione dei tablet ha seguito un meccanismo assolutamente trasparente basato su criteri di reddito, distanza della residenza e merito degli studenti. I tablet resteranno in vostro possesso per un anno, ma stiamo lavorando con il gestore telefonico per darvi la possibilità, alla fine del periodo, di riscattarli ad un prezzo simbolico».

Nei prossimi giorni il dipartimento provvederà a consegnare gli altri tablet ai vincitori del bando. La consegna avverrà scaglionata nel rispetto delle procedure anti Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *