Intervista a Giuseppe Varriale

“LA CHIESA CATTOLICA SVOLTA A SINISTRA” è il nuovo lavoro di Giuseppe Varriale.

smart

Scrivere un saggio storico politico religioso una bella impresa, ma lei, Giuseppe Varriale, certamente non si è lasciato sfuggire di potere parlare e sviluppare un argomento così pieno di significato?

“Si, ma alla fine sono soddisfatto di aver trattato una questione d’attualità, qual è quella relativa ai rapporti tra la Chiesa cattolica e la sinistra politica, che riguarda tutti, anche chi si professa ateo o apolitico”.      

“Svolta a sinistra” un titolo che potrebbe fare discutere molti teologi, alti prelati. Ritiene che la chiesa e le masse, fortemente influenzate dal cattolicesimo, potrebbero “storcere il naso”?

“Certamente, ma se si legge il libro si scoprirà che il titolo rispecchia la situazione odierna e soprattutto che la svolta, anche se è culminata con Bergoglio, è iniziata già dalla fine della seconda guerra mondiale con la comparsa dei preti operai e dei politici ‘cattocomunisti’ così definiti per la loro vicinanza al comunismo. Al giorno d’oggi poi questa svolta, impensabile fino a poco tempo fa, è sotto gli occhi di tutti. Si parla di difesa dell’ambiente, di accoglienza degli immigrati, di aperture verso le istanze delle comunità LGBT, ma pochissimo di Dio ed ancor meno di Gesù Cristo”.

Che ne pensa dunque della religione cattolica?

“Il cattolicesimo attuale sembra essere un cattolicesimo solo di nome perché si è sostanzialmente e progressivamente adeguato al mondo, ai nuovi diritti dell’uomo e alle mode effimere imposte dai mass media, rinunciando ad evangelizzare le masse”.

Di recente ha intrapreso una nuova collaborazione con Carlo Guidotti, bravo editore palermitano. Un commento?

“Molto bene. Il Dott. Carlo Guidotti ha dimostrato interesse, fiducia e stima per questo lavoro e lo ringrazio pubblicamente. Non mi ha chiesto di cambiare o eliminare qualche parte del testo, ma anzi è stato molto disponibile con le modifiche che vi ho dovuto apportare in conseguenza dell’uscita dell’enciclica ’Fratelli tutti’ e della divulgazione della controversa frase di Bergoglio a difesa delle unioni civili. Episodi questi che sono avvenuti quando la pubblicazione del testo sembrava ormai prossima e che l’hanno fatta slittare di qualche settimana in modo da aggiornarlo. Con l’occasione ringrazio anche lei per la segnalazione della casa editrice ed il Prof. Roberto Della Ragione (giornalista e scrittore), autore della prefazione al libro”.      

La-chiesa-cattolica-svolta-a-sinistra_Cover-x-sito (1)

In tutti questi anni di attività letteraria lei ha “sfornato” diversi libri che stigmatizzano il suo grande amore per la scrittura. Li vuole ricordare ai lettori del GLOBUS?

“Il mio primo libro (un ebook, ovvero un libro in formato digitale) è stato: ‘Incontri di un napoletano all’ombra della Mole’, un racconto umoristico ispirato a vicende che spesso ho vissuto in prima persona e di cui ho evidenziato il lato paradossale per suscitare l’ilarità. Il protagonista è Gennarino Buondestino, un napoletano a Torino in cerca di lavoro ed alle prese con varie situazioni, comiche o tragicomiche, ma sempre realistiche, che lo aiuteranno a riflettere e maturare un suo atteggiamento nei confronti della vita. Il secondo (anch’esso un ebook) s’intitola ‘E non ci indurre in tentazione’ ed è un breve testo a difesa della recita della preghiera del Padre nostro con l’espressione tradizionale. Contiene riflessioni e preghiere personali su quella che io considero la petizione più profonda del Padre nostro, perché induce a riflettere sul senso della preghiera. L’ultimo, ‘La Chiesa cattolica svolta a sinistra’, si pone l’obiettivo di descrivere la svolta intrapresa dalla Chiesa cattolica, non solo in senso politico, ma anche dottrinale, e di evidenziarne l’incompatibilità con gli insegnamenti millenari della stessa mutuati dalla tradizione e dalle sacre scritture, con l’auspicio che essa ritorni a convertire gli uomini a Cristo, fondamento della sua esistenza, centro del suo insegnamento e scopo della sua missione. A tal fine si offre al lettore una breve descrizione della Chiesa cattolica e della sinistra politica, mettendone in rilievo, per ognuna, definizione, caratteristiche e vicende storiche; in seguito si espongono in successione: le prime condanne ecclesiastiche nei confronti delle ideologie politiche di sinistra; i primi segnali della svolta; alcuni eventi che sembravano bloccarla; le novità introdotte da Papa Francesco e per finire un accenno ad alcune figure cattoliche vittime della persecuzione politica ed un capitolo in cui ho formulato delle ipotesi sul possibile futuro della Chiesa cattolica. Apparentemente così diversi questi tre testi sono accomunati da uno spirito provocatore e anticonformista, ma allo stesso tempo dall’intento di esporre al lettore affermazioni serie, vere, giuste e valide”.  

Cosa l’affascina di più e cosa l’appassiona di più ed, in definitiva, perché sentire la necessità di scrivere; cosa ha ancora  da dire?

“Scrivere libri è una passione che dura finché c’è la voglia di trasmettere a qualcuno pensieri, emozioni, interessi, studi o anche fantasie. Io mi auguro di avere ancora la passione di scrivere qualcosa e di trovare il tempo necessario. Voglio infine evidenziare che ulteriori informazioni sul mio ultimo libro sono reperibili al seguente link: http://www.edizioniexlibris.com/2020/10/20/la-chiesa-cattolica-svolta-a-sinistra/ sulla pagina Facebook: https://www.facebook.com/La-chiesa-cattolica-svolta-a-sinistra-102327225066132 e c’è anche questo video di presentazione su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=gK1yVMVTkow . Un saluto ai lettori di Globus Magazine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *