Svizzera tra i top della pirateria su internet

Circa il 35% degli utenti svizzeri accede a servizi pirata illegali. L'International Intellectual Property Alliance: "molto tollerante nei confronti della pirateria digitale"

Difficile immaginare la Svizzera come una terra di pirati del web. Tuttavia, l'International Intellectual Property Alliance (IIPA) raccomanda di metterli nella "Watch list 2013".

I dati di comScore (società di ricerca via internet) dicono che il 35% degli utenti svizzeri accede a servizi pirata illegali, superando nettamente la media europea.

Ma Perché la Svizzera è libera di fare certe cose e i paesi europei no? Gli americani affermano che ha una legislazione sul copyright simile a quella della Germania, ma con una falla che riduce sensibilmente le possibilità di intervento anti-pirateria.

In poche parole se si scarica o si scambia un film o un CD illegale da piattaforme di condivisione file o direttamente da server, per uso personale, non è prevista alcuna violazione.

Ad ogni modo la Svizzera, non facendo parte dell'Unione Europea, sarà libera di adeguarsi o meno alle norme alle quali si sottopongono gli altri stati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *