Sventato attentato per uccidere Barack Obama

Due uomini, entrambi americani, sono stati arrestati dall’Fbi con l’accusa di voler uccidere il presidente Obama in un attentato. Lo riferisce la rete statunitense ABC

 

I due si chiamano Glendon Scott Crawford, 49enne, di Galway, nello stato di New York, ed Eric Feight, 54 anni, di Hudson, New York, volevano uccidere il presidente statunitense Barack Obama con un complesso ordigno a raggi X in grado di emettere radiazioni letali che poteva essere fatto esplodere a distanza.

Come riferisce l’emittente statunitense ABC, l’Fbi li ha arrestati conducendo indagini soprattutto su Crawford dopo che quest’ultimo, il 15 aprile scorso, aveva inviato un sms nel quale accusava Obama di essere l’unico colpevole per l‘attentato alla maratona di Boston, e per l’arrivo incontrollato nel paese di musulmani.
I due volevano colpire una “figura politica” e un’organizzazione musulmana.
Secondo il Bureau, Crawford è un membro del Ku Klux Klan; mesi fa l’Fbi ha ricevuto una segnalazione da una sinagoga di Albany, nello Stato di New York, in cui l’uomo vi era entrato per chiedere quali tecnologie usare per uccidere “i nemici di Israele mentre dormono”. L’uomo avrebbe anche chiesto finanziamenti al Ku Klux Klan, che a sua volta ha poi informato i federali.
Per settimane gli uomini del Bureau si sarebbero infiltrati nell’organizzazione per scoprire i piani di Crawford, finché hanno scoperto dove e quando ha acquistato i pezzi per costruire l’ordigno. Martedì scorso Crawford e Feight si sarebbero dovuti incontrare per l’ultima volta prima dell’attentato, fortunatamente l’Fbi è arrivata prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *