Successo per “CentForEliminate”. I 562 eroi del 1943 salvano 562 vite nel 2013

 Straordinaria riuscita del progetto “CentForEliminate” del Kiwanis di Paternò

RADDUSA (CT) – Se l’Operazione Husky 2013 ha voluto ricordare lo storico sbarco dei canadesi del 1943, con una importante rivisitazione organizzata dalla Canada Company e dai comuni del territorio siciliano che furono attraversati proprio dai soldati canadesi, non è passata inosservata la straordinaria accoglienza del comune di Raddusa che ha vissuto un primo scorcio di un’estate indimenticabile. Un 2013 però che scrive una nuova pagina fatta di fiducia e di speranza, grazie alla straordinaria riuscita del progetto “CentForEliminate” del Kiwanis di Paternò.
“Un gesto che va oltre la rivisitazione storica – ha commentato il dottor Carmelo Cunsolo, Responsabile per i rapporti con la pubblica amministrazione per il Kiwanis Italia e Project Leader per “CentForEliminate” che non trattiene l’emozione  grazie all’impegno di tutti. Siamo riusciti a dare il vero valore al gesto di quei soldati che persero la vita per liberarne altri, ieri e soprattutto oggi”. Infatti, è accaduto che quei 562 eroi, hanno nuovamente realizzato una grande impresa, salvando 562 vite, grazie all’efficace supporto della Canada Company, organizzazione civile di imprenditori e dirigenti aziendali canadesi, presieduta da Mr Steave Gregory che ha fatto il possibile per il progetto del Kiwanis, con l’acquisto di 562 vaccini. Impossibile dimenticare anche l’impegno e i sacrifici dell’assessore alla cultura del comune di Raddusa, dott.ssa Carmela Pagana diventata testimonial di CentForEliminate per quanto ha fatto, e del dottor Gaetano Catalano, responsabile delle relazioni con le 18 amministrazioni pubbliche che hanno partecipato all’Operazione Husky, per il suo impegno personale. Ed è così che il mondo può migliorare, senza nessuna retorica, ma con dei gesti piccoli che hanno dei valori immensi. Proprio come l’adesione della Canada Company con il supporto dell’Aeroporto di Montreal, che ha permesso al Kiwanis di raggiungere lo scopo. Obiettivo raggiunto che non un punto di arrivo ma una partenza, perché sono ancora tante le vite da salvare nel mondo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *