Start up: istituzioni a caccia di nuovi talenti

Start up, valorizzazione dei talenti e nuova occupazione per i giovani: la nuova sfida dell’innovazione, tra obiettivi e missioni delle istituzioni territoriali

Giovedì pomeriggio alla Scuola Superiore di Catania si confrontano rappresentanti di istituzioni e imprese, previsto l’intervento del sottosegretario Davide Faraone.

villa san saverio ingresso

Giovedì 14 aprile, alle 15, nell’aula magna della Scuola Superiore di Catania (Villa San Saverio, via Valdisavoia 9), si aprirà il convegno dal titolo “Istituzioni per il territorio: la nuova sfida dell’innovazione. Start up, valorizzazione dei talenti e nuova occupazione per i giovani”, promosso dal direttore del dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania Michela Cavallaro e dal prof. Giovanni Battista Dagnino, ordinario di Management delle Imprese finanziarie e assicuratrici dell’Ateneo con l’obiettivo di incentivare il dialogo tra le istituzioni territoriali e tutti gli ‘stakeholder’ che hanno a cuore il progresso dei territori, in particolare nel Mezzogiorno e in Sicilia.

Obiettivo dell’assise – che riunisce allo stesso tavolo economisti d’impresa, giuristi, gestori di fondi e operatori per lo sviluppo innovativo del territorio – è, in particolare, quello di comprendere e analizzare i percorsi attraverso cui le istituzioni definiscono la proprie missioni e i propri obiettivi (fondazioni e fondi comuni di investimento) per l’innovazione e la valorizzazione dei territori e dei talenti, e la loro concreta attuazione. L’auspicio è che, dal proficuo dialogo tra tutti questi soggetti, si possano gettare le basi per nuovi progetti di crescita territoriale condivisi e inclusivi.

Ai lavori – che saranno aperti dal rettore Giacomo Pignataro e dal presidente della Ssc Francesco Priolo e introdotti dal prof. Dagnino – interverranno, coordinati in due distinte tavole rotonde, il presidente di Unioncamere Ivanhoe Lo Bello, il prof. Angelo Miglietta, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese (Università Iulm di Milano), Salvo Mizzi, amministratore delegato Invitalia Ventures SGR spa, Luigi Tommasini, direttore generale Fondo Italiano di Investimento, la prof.ssa Carmela Camardi, ordinario di Diritto privato (Università Ca’ Foscari di Venezia), il segretario generale Fondazione di Comunità di Messina Gaetano Giunta, il direttore generale Acri Giorgio Righetti, il direttore generale Fondazione Banco di Napoli Antonio Minguzzi. Concluderà i lavori Davide Faraone, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *