Springsteen, Rolling Stones, McCartney insieme per le vittime di Sandy

 12-12-12 New York  Mega Concert –  Fundraising per Sandy Hurricane

Rock stars shine at Sandy benefit concert

NEW YORK – Il Madison Square Garden di New York è stato al centro del mondo per quasi sei ore per il mega concerto dove si sono esibiti: Rolling Stones ed Eric Clapton, gli Who e Roger Waters, Paul McCartney insieme agli ‘orfani’ di Kurt Cobain, Dave Grohl e Krist Novoselic
Seguito da circa due miliardi di persone grazie alle tv, radio e live stream. Il concerto  è stato organizzato per beneficenza, per i residenti di New York e di tutta la costa nordorientale, colpita un mese e mezzo fa da Sandy, l’uragano fattosi ciclone post-tropicale prima di toccare terra negli Stati Uniti. 

Una tempesta che ha lasciato per settimane i residenti senza riscaldamento ed elettricità, che ha provocato la morte di almeno 140 persone – 104 nelle aree di New Jersey e New York – e distrutto o seriamente danneggiato più di 300.000 case solo nella Grande Mela.

Bruce Springsteen, ha aperto il concerto con “Land of Hope and Dreams” e “Wrecking Ball“; poi ha introdotto “My City of Ruins“, canzone sul declino di Asbury Park, in New Jersey, prima della sua rinascita, e chiamato sul palco un altro figlio del New Jersey, Jon Bon Jovi, con cui ha intonato “Born to Run” e, più tardi, “Who Says You Can’t Go Home” del cantante di origini italiane. Poi è stata la volta di Mick Jagger dei Rolling Stones, Eric Clapton e tanti artisti di fama internazionale.

Non sono mancate scene di comicità grazie all’attore Adam Sandler e di riflessione. Perché oltre la musica e le scene proiettate sui megaschermi sulla devastazione che ha lasciato l’uragano non sono mancate le esperienze personali come quella di Richie Sambora, chitarrista di Bon Jovi, che  ha raccontato come la casa di sua madre a Point Pleasant, in New Jersey, sia stata distrutta.
I profitti dello spettacolo saranno distribuiti attraverso la Robin Hood Foundation.


(Getty Image)
Un cast di superstar che ha dato vita a sei ore di grande musica, tra duetti ed eseibizioni esclusive. Questa la scaletta dello spettacolo:

Bruce Springsteen and the E-Street Band
Hope And Dreams
Wrecking Ball
My City Of Ruins
Born To Run (insieme a Jon Bon Jovi)

Roger Waters
In The Flesh
Another Brick In The Wall
Money
Us And Them
Comfortably Numb (con Eddie Vedder)

Bon Jovi
It’s My Life
Wanted Dead Or Alive
Who Says You Can’t Go Home (con Bruce Springsteen)
Livin’ On A Prayer

Eric Clapton
Nobody Knows You When You’re Down and Out (Jimmy Cox cover)
Got to Get Better in a Little While
Crossroads (Robert Johnson cover)

The Rolling Stones
You Got Me Rocking
Jumpin’ Jack Flash

Alicia Keys
Brand New Me
No One

The Who
Who Are You
Bell Boy
Pinball Wizard
See Me, Feel Me
Baba O’ Riley
Love, Reign O’er Me
Tea & Theatre

Kanye West
Clique
Mercy
Power
Jesus Walks
All of The Lights
Diamonds From Sierra Leone
Diamonds (Rihanna cover)
Touch The Sky
Gold Digger
Good Life
Runaway
Stronger

Billy Joel
Miami 2017 (Seen the Lights Go Out on Broadway)
Movin’ Out (Anthony’s Song)
New York State of Mind
The River Of Dreams
You May Be Right
Only the Good Die Young

Chris Martin
Viva La Vida (Coldplay song)
Losing My Religion (R.E.M. cover) (con Michael Stipe)
Us Against the World (Coldplay song)

Paul McCartney
Helter Skelter
Let Me Roll It
Nineteen Hundred and Eighty-Five
My Valentine (con Diana Krall al piano)
Blackbird (The Beatles song)
Cut Me Some Slack (Nirvana Reunion con Dave Grohl, Krist Novoselic, Pat Smear)
I’ve Got a Feeling
Live and Let Die (
Empire State of Mind (cantata da Alicia Keys)