SPORT: l’ITEM NUOTO CATANIA ad alta quota

L’Item Nuoto Catania sull’Etna, l’Archigen Acicastello attende il Cosenza

 

Un allenamento singolare e simbolico di una sfida da vincere tutti insieme superando ogni ostacolo con un obiettivo comune da realizzare. Nell’ultima settimana di sosta del campionato di serie A2 maschile prima del turno conclusivo della stagione regolare e dell’immediato inizio dei play off, l’Item Nuoto Catania continua ad allenarsi duramente in vista dell’ultima montagna da scalare chiamata spareggi promozione e si mette alla prova anche con la ripida salita del Monte Etna, a partire dal Rifugio Sapienza fino alla località chiamata Torre del Filosofo.

Nella mattinata di mercoledì 6 maggio, la rosa rossazzurra al completo con il tecnico Giuseppe Dato, il vice Zoltan Fazekas e il preparatore atletico Raffaele Marino ha infatti affrontato sei ore di ascesa percorrendo più di 1000 m di dislivello e raggiungendo una quota di 2940 m, un allenamento diverso dal solito e di particolare difficoltà, voluto fortemente dallo staff tecnico e dalla squadra per prepararsi ancor meglio sotto l’aspetto mentale oltre che fisico in prospettiva delle delicate e decisive sfide play off.

Mi fa molto piacere che tutti i ragazzi siano riusciti ad esserci e si siano messi a disposizione volendo arrivare a tutti i costi in cima – afferma mister Peppe Dato –. Anche chi aveva dei problemi fisici, come Marco Spampinato e Cristiano Torrisi, ha voluto raggiungere il punto più alto mentre in passato non eravamo mai arrivati tutti insieme in cima e questo fa capire che il gruppo sta crescendo. Fare un allenamento del genere in questo momento della stagione poteva essere rischioso ma l’abbiamo voluto per spezzare la routine degli allenamenti giornalieri e soprattutto per stimolare le energie mentali in una direzione ben precisa, pronti a sopportare stress e difficoltà che incontreremo negli spareggi promozione. Penso che a vincere non sarà la squadra più forte ma quella che saprà gestire meglio i quindici giorni di impegni e per questo l’aspetto mentale sarà probabilmente più importante di quello fisico. La montagna è un po’ il simbolo dell’obiettivo da raggiungere ed essere arrivati tutti insieme in cima è stato in tal senso un segnale importante”.

Penultima giornata del campionato di serie B maschile ed ultima partita stagionale in casa per l’Archigen Acicastello. Dopo le due vittorie consecutive contro San Mauro Nuoto e Rari Nantes Napoli, la formazione di mister Cacia, con un nuovo successo nel match di sabato pomeriggio alla piscina “Francesco Scuderi” contro il Cosenza (ore 13.30, arbitro Ibba), potrà chiudere definitivamente i conti per uno straordinario terzo posto ad una giornata dal termine di una stagione esaltante. “Abbiamo l’ultima partita in casa e vogliamo chiudere al meglio davanti al nostro pubblico – dichiara alla vigilia mister Salvo Cacia –. Quest’anno abbiamo perso una sola partita tra le mura amiche e vincere ancora sarebbe la ciliegina sulla torta per avere la matematica certezza della terza posizione in classifica. I ragazzi stanno dimostrando grande professionalità sia in allenamento che in partita e hanno voglia di chiudere alla grande il campionato”.

Intanto nel turno infrasettimanale della seconda giornata di ritorno del campionato under 15, la formazione A dell’Item Nuoto Catania supera l’Ortigia alla piscina “Paolo Caldarella” di Siracusa per 6-0 (reti di Cardinale, per lui tripletta, Forzese, Evola e Longo) mantenendo il secondo posto con 24 punti. “Ci attendono cinque finali e dobbiamo arrivare più in alto possibile – dichiara mister Zoltan Fazekas –. A Siracusa abbiamo sbagliato tanto con l’uomo in più e non abbiamo giocato come dovremmo, dobbiamo migliorare per presentarci al meglio alle partite più difficili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *