Skytran e Ixion: l’innovazione tecnologica sposa il mondo dei trasporti

Il mondo che cambia, a portata di smartphone!

In un’epoca in cui “tecnologia” è divenuta la parola chiave, si fanno spazio mezzi di trasporto dal volto alternativo.

Tanto il modo ferroviario, quanto quello aeroportuale par si stiano pienamente adeguando ai tempi, con l’invenzione e – si vocifera abbastanza presto – l’introduzione di mezzi davvero particolari.

All’anagrafe sono noti come “Skytran” e “Ixion”. Ma di cosa si tratta?

Skytran altro non è che la soluzione agli ingorghi del traffico! Non ci credete…? Subito spiegato. Trattasi di veicoli dall’aspetto davvero futuristico, che viaggiano su rotaie sopraelevate a levitazione magnetica, capaci di trasportarci da un punto all’altro, al doppio della velocità di una comune macchina. La velocità raggiungibile prevista è di circa 240 km/h.  L’opera, realizzata dall’azienda californiana Skytran, partirà con la costruzione di una “rotaia test” lunga 500 metri, che girerà nel campus “Israel Aerospace Industries”, per poi essere lanciata, in caso di successo, entro la fine del 2016.

Le mini macchine volanti potranno essere “guidate” dai passeggeri, due per abitacolo, attraverso un comune smartphone, con cui potranno richiedere l’arrivo di una vettura, selezionandone la stazione di arrivo. Il servizio, funzionante h24, permetterà la richiesta di più automobili, nel caso di un maggior numero di passeggeri.

Questo sistema è considerato dagli esperti molto più conveniente – in termini meramente economici – della costruzione di una linea ferroviaria: oltretutto, utilizzando parte del “paesaggio urbano”, data l’ubicazione a circa 20 metri dal suolo, permetterà di bypassare alcuni vincoli posti dalla costituzione stessa del territorio.

Ma, oltre a Skytran, una grande novità interessa anche i cieli: arriva “Ixion”, il primo aereo senza finestrini.

Più leggero, più robusto, più sicuro e più pulito, si tratterà di un velivolo dotato di schermi curvi oled (è l’acronimo di Organic Light Emitting Diode, ovvero diodo organico a emissione di luce) lungo tutto l’interno della fusoliera, dove verrebbe proiettato il panorama esterno e le informazioni di volo. L’aereo mostrerà un panorama mozzafiato, permettendo al viaggiatore, seppur senza finestrini, di godere di una vista dall’alto. Il prototipo di aereo prevede schermi interattivi lungo tutta la superficie interna della fusoliera, tali da consentire di riempire le pareti interne delle cabine con filmati ripresi in diretta da telecamere esterne. I passeggeri, durante la traversata, potranno usare il touchscreen per navigare su internet o semplicemente per “guardare fuori”. Innumerevoli i vantaggi dal punto di vista pratico: primo fra tutti, un minor peso dell’aereo e, dunque meno carburante, meno emissioni di CO2 e più rispetto per l’ambiente.

Tecnologia spettacolare… Ma quando queste innovazioni toccheranno l’Italia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *