Siria, “liberato ingegnere italiano rapito”, ma la Farnesina è cauta

L’annuncio di Mosca: rilasciato con due colleghi russi.
Unità crisi è in contatto con i familiari di Belluomo

 

MOSCA  – Mosca ha annunciato la liberazione di Mario Belluomo, ingegnere italiano rapito in Russia lo scorso dicembre, e dei suoi colleghi russi. Secondo l’agenzia di stampa russa Ria Novosti, Mario Belluomo verrà presto consegnato a diplomatici italiani. Fonti italiane qualificate hanno confermato il rilascio a TMNews mentre l’Unità di crisi sta seguendo minuto per minuto questa fase delicata della vicenda. Stando a quanto si apprende dalla Farnesina, il ministro degli Esteri Giulio Terzi viene tenuto costantemente informato e l’Unità di crisi è in contatto con i familiari del tecnico italiano.

Il connazionale, originario di Catania, era stato rapito il 12 dicembre scorso nell’area di Tartus, città costiera a nord di Damasco, insieme ai russi Viktor Gorelov e Abdel Sattar Khassun.

Secondo quanto riferito oggi dal ministero degli Esteri russo in un comunicato, gli “estremisti” hanno liberato i tre ostaggi in cambio del rilascio di alcuni militanti. I due russi si trovano già nell’ambasciata russa di Damasco, mentre Belluomo sarà consegnato ai rappresentati delle autorità italiane attraverso il ministero degli Esteri siriano. (Fonte: TMNews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *