Sicilia: Arte e Lavoro – Il lavoro come Arte, l’Arte come lavoro

Una serata di arte, musica e premi al Palazzo della Cultura, ex Villa Ragno a Santa Teresa di Riva (Me). E appuntamento a venerdì 12 gennaio, data che riaprirà gli eventi del Caffè d‘Arte nel nuovo anno

 1

Venerdì 29 dicembre 2017: una serata di fine anno incentrata sul senso del lavoro e della creatività artistica osmoticamente interfacciate, per augurare a questa nostra Riviera Jonica un anno di attività proficue e di “Bellezza”. Questo è il messaggio che i “soliti noti” del Caffè d Arte Melina Patane’, Antonello Bruno e Gabriele Camelia, hanno voluto consegnare ai tantissimi presenti, in una serata di arte, musica e premi. Alla presenza delle autorità cittadine, in un Palazzo della Cultura arricchito dalle opere pittoriche di Carmelo Sparacino, Maria Pia Motta e Carmelo Spinella si è parlato dei programmi futuri col Vicesindaco ed Assessore alla Cultura, Annalisa Miano, che non ha mancato di rappresentare la vicinanza dell’Amministrazione in questo percorso rivolto al consolidamento della Cultura della Bellezza,in un progetto di turismo culturale che ha costituito un elemento di sinergia tra il Caffè d’ Arte e l’Amministrazione fin dal primo costituirsi del sodalizio. In questo pensiero si è concretizzata la presenza del musicista Davide Campisi, ennese doc, che con l’accompagnamento del chitarrista Andrea Insabella e del cantore popolare Mimmo Ariosto, ha fatto risuonare i ritmi incalzanti e trascinanti dei suoi tamburi a cornici. Il suono della tradizione unito all’innovazione, la modernità dei testi rigorosamente in dialetto,hanno fatto di “Democratica” un gioiello di concerto applaudito con calorosa partecipazione dagli astanti. Nel corso della serata è stato bello apprezzare la presentazione del libro “Dialogo assente- e la voce scese in strada” della giovane poetessa-attrice Gisella Torrisi. Una raccolta poetica raccontata attraverso una performante recita teatrale nel corso della quale la giovane autrice biancavillese è stata coadiuvata da Maestro Sebastiano Patane’-Ferro e dal poeta Nunzio Cartalemi, regalando momenti di vibrante poesia di alto valore stilistico e contenuto. Spazio alle interviste dei pittori espositori con l’intervento del Maestro Licinio Fazio, saluti ed auspici da parte degli amici tra i quali il giornalista Giovanni Bonarrigo prima del momento riservato alla Terza Edizione del Premio BOCCAVENTO per l’Imprenditoria, quest’anno consegnato alla Ditta Luigi e Natale Giuffre’ per i 60 di attività. Una targa è stata consegnata dai curatori del sodalizio, ideatori del Premio, alla presenza dell’Assessore al Commercio Domenico Trimarchi e dei Consiglieri presenti; significativa la motivazione che sottolineava tra l’altro il “Valore del Lavoro come bene indispensabile alla dignità dell’individuo e della collettività – Il Lavoro come Arte di vivere”. Un momento emozionante per l’anziano imprenditore che ha dimostrato in anni di serio lavoro il valore dell’ impegno quotidiano nel costruire un futuro anche per le generazioni a venire, consegnando al figlio Natale una attività che il giovane ha portato avanti in veste manageriale, consolidando un’azienda che dà posti di lavoro ad un numeroso personale che, a sua volta,ha ricevuto una targa a riconoscimento dell’impegno volto a cementare il valore dell’Impresa come unica famiglia. Un brindisi al nuovo anno ha dato appuntamento a venerdì 12 gennaio, data che riaprirà gli eventi del Caffè d‘Arte con la presenza prestigiosa dell’On. Cateno De Luca in veste di autore per la presentazione dell’instant book “La lupara giudiziaria”, relatore d’eccezione il Sindaco Danilo Lo Giudice. A seguire la performance del consigliere Dario Miano, in veste di musicista, da sempre apprezzato eccellente sassofonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *