Si ritrovano dopo 50 anni i giovani ”vitelloni” che frequentavo il Jolly Bar di Bronte negli anni sessanta – settanta

Gli anni sessanta/settanta sono stati al centro dei ricordi dei tanti giovani brontesi che si sono rivisiti dopo cinquantanni in un noto locale del cittadina del pistacchio, per rinverdire la loro amicizia e per parlare di come in quegli anni si trascorrevano le giornate nel famoso Jolly Bar di via Umberto di proprietà del sig. Nunziello Portaro

le filgie dei proprietari del bar con le targhe ricordo

Gli anni sessanta/settanta sono stati al centro dei ricordi dei tanti giovani brontesi che si sono rivisiti dopo cinquantanni in un noto locale del cittadina del pistacchio, per rinverdire la loro amicizia e per parlare di come in quegli anni si trascorrevano le giornate nel famoso Jolly Bar di via Umberto di proprietà del sig. Nunziello Portaro. I partecipanti alla manifestazione, condotta da Enzo Salvi, promotore dell’incontro, hanno ricordato quegli anni vissuti da giovani duranti i quali passavano le giornate e le serate nel bar considerato il punto di incontro dei giovani del tempo, capelloni, vestiti con camice a fori e con pantaloni a zampa di elefante, la quale passava il tempo a giocare con il flipper, ad ascoltare la musica dal juke box, a giocare a carte e a scambiare quattro chiacchiere, parlando di politica, di musica, di calcio e di qualche pettegolezzo su qualche persona. Ma il bar era diventato allora anche un punto di osservazione delle giovane ragazze che passavano nella centralissima via Umberto, per cercare di individuare quella da potere corteggiare. Il bar successivamente aveva cambiato nome in “Central Bar” e la gestione, mantenendo sempre il punto di incontro dei giovani. Negli ultimi anni i locali del bar sono stati trasformati in una agenzia di una banca.

una vecchia foto che ritrae i giovani di allaora

La serata, dopo che Enzo Salvia ha fatto ascoltare una sua canzone dedicata proprio al Jolly Bar, è proseguita con la consegna di due targhe per ricordare i due proprietari del bar. La prima è stata consegnata a Mirella Portaro in ricordo del padre Nunziello, proprietario del Jolly Bar. La signora Mirella ha ricordato il padre come una persona dei tratti umani, disponibile e gentile con tutti. La seconda targa è stata consegnata a Daniela Saitta figlia di uno dei due proprietari del “Central Bar”. Hanno allietato la serata il gruppo musicale “Le Antilope” protagonista del periodo degli anni 60/70 che per l’occasione si è ricomposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *