Si rinnova la magia del Teatro Antico di Taormina con il Concerto di Capodanno

La Fondazione Taormina Arte Sicilia ha dato il benvenuto al 2020 al Teatro Antico con il concerto di fine anno coprodotto con la Fondazione The Brass Group. Cinque grandi personaggi della musica declinata al femminile.

Taormina-2020 foto principale
L’azzurro spumeggiante del mare di Naxos, il brivido fuori stagione dell’Isola Bella, il panorama di Taormina hanno offerto momenti magici per dare una nota di complicità al nuovo anno e il Teatro Antico, monumento icona della Sicilia giunto a noi grazie a una “ristrutturazione” d’epoca romana (II sec. d. C.) è stato sicuramente il posto giusto per un incontro musicale di alto livello, abbracciando il pubblico con un panorama che spazia dall’Etna, al mare e fino alla Calabria.
La Fondazione Taormina Arte Sicilia ha dato il benvenuto al 2020 al Teatro Antico con il concerto di fine anno coprodotto con la Fondazione The Brass Group. Cinque grandi personaggi della musica declinata al femminile, ognuna con una sua personalità esecutiva ed interpretativa: Carmen Avellone, Lucy Garsia, Flora Faja, Anna Bonomolo e Alessandra Mirabella accompagnate dalla maestria di Vito Giordano, arrangiatore direttore musicale e tromba solista, Diego Spitaleri al pianoforte, Fabio Lannino al contrabasso e basso elettrico, Sebastiano Alioto alla batteria, Giuseppe Preiti alle tastiere, hanno incantato il pubblico nella magica cornice del Teatro Antico di Taormina in un concerto per dire addio all’anno vecchio e dare il benvenuto all’anno nuovo. “Wish you Merry 2020” presenta un repertorio ben bilanciato tra gli immancabili must natalizi ed alcune perle dei più grandi musicisti del jazz, con il comune denominatore dello spirito di festa.
Cinque Donne, con una storia artistica lunga e densa di importanti esperienze in ambito jazz, soul, nonché qualche sconfinamento in ambiti country e pop. I brani scelti, arrangiati dal Maestro Vito Giordano, produzione esecutiva Fabio Lannino per la Fondazione The Brass Group. Quello delle Ladies è un caso davvero raro nel mondo dello spettacolo per il clamoroso successo che ha addirittura preceduto il debutto, avvenuto il 14 dicembre del 2018 al Real Teatro Santa Cecilia. Successo che poi palco e pubblico hanno non solo confermato ma accresciuto al punto che al concerto d’esordio fu necessario aggiungere numerose altre date e adesso, a distanza di un anno, varare una nuova edizione.
46663202_2191561637530427_3587465382098632704_o
Si è concluso così il programma Racconti a Natale organizzato dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia una serie di eventi alla Casa del Cinema, al Teatro Odeon e al Teatro Antico di Taormina e in due dei più bei teatri di Palermo, il Real Teatro di Santa Cecilia e il Teatro Spasimo che hanno raccontato il Natale attraverso il cinema, il teatro, i suoni e i canti tradizionali.
Racconti a Natale, programma sostenuto da Regione Siciliana, Parco Archeologico Naxos-Taormina, Comune di Taormina, Assessorati Regionali Turismo, Sport e Spettacolo, Beni Culturali, Associazione Sensi Contemporanei, Direzione Generale Cinema e Agenzia per la Coesione Territoriale.
Il concerto rientra nel progetto promosso e sostenuto dall’Assessorato Regionale Turismo, Sport e Spettacolo e volto alla destagionalizzazione e alla valorizzazione delle eccellenze artistiche.
Molti turisti e tanti visitatori sono affluiti un po’ da tutte le parti per assaporare anche l’ atmosfera del Natale nello scenario magico dell’Odeon, con il concerto “Alligrativi Pastura!”, suoni, canti e versi del Natale in Sicilia. Un concerto unico e originale in coproduzione con l’Associazione Culturale Kiklos. 
Racconti a Natale ha fatto emozionare gli spettatori attraverso racconti e immagini delle tradizioni e leggende legate alla festa più importante dell’anno.
Evento concertistico incentrato sui repertori natalizi della tradizione popolare siciliana, protagonisti cantori e suonatori di tradizione, custodi delle antiche forme strumentali e vocali, a scandire contesti e cerimoniali celebrativi. Tra le espressioni di più antica memoria certamente quella dell’offerta musicale dei pastori siciliani segnalata dalla zampogna a paro, vera icona del Natale in Sicilia, la cui pratica strumentale è giunta miracolosamente fino a noi, trasmessa direttamente da padre in figlio: fiati pastorali, flauti e clarinetti di canna semplici e doppi, oltre la ciaramedda (o zampogna), cui si sono aggiunti strumenti a plettro (mandolini e chitarre) e a percussione (tamburi a cornice), chiamati assieme alle voci a celebrare la festa della Natività. In suggestivo dialogo con gli strumenti della tradizione siciliana, un “ospite speciale” la ghironda, cordofono d’origine medievale e il “classico” pianoforte, in fecondo incontro tra il “colto” e il “popolare”.
taocapodanno2
L’originale programma musicale si è avvalso della guida all’ascolto dell’etnomusicologo Mario Sarica, curatore scientifico del Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani.

Sono stati eseguiti: Pastorale (Bernardo Storace XVII sec.), Pasturedda e I tri Re di l’Urienti (tradizionali, aree nebrodee), Suite de Scottich e Suite de Boureé (tradizionali, aree francesi) Li pazzi sensi mei (testo di Tommaso Aversa del XVII sec., musica di Pinello Drago, non depositata), eseguiti dal Duo Antiquo; Ninnaredda, Controdanza, A Castaniota, A la notti di Natali, Susi Pasturi, Natu già la Gran Missia – tradizionali, aree nebrodee), Pastorale nasciu lu Bambineddu (Francesco Paolo Frontini XIX sec.), Nuvena di Missina eseguiti daI Mandolini dei Nebrodi; Nuvena (arrangiamento Gemino Calà), Pastorale messinese (arrangiamento Gemino Calà), – tradizionali arie peloritane; Tortoriciana (tradizionale, area oricense, arrangiamento Gemino  Calà), Blues (Santi Scarcella), Tramonti di Sicilia Santi Scarcella), Ciuri ciuri jazz (Santi Scarcella), eseguiti dal Duo Free.

Il ricco calendario di eventi che sono culminati nel superconcerto, che ha festeggiato l’arrivo dell’anno nuovo, all’insegna dell’allegria, della condivisione, suggella il messaggio che Capodanno a Taormina è un’attrazione internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *