Si è conclusa con lo spettacolo “Operetta mon amour” la stagione al teatro Fellini di Catania

Belcanto, musica e danza ma anche tante risate. Si è concluso con lo spettacolo “Operetta mon amour” il cartellone “Teatro in allegria” allestito dall’associazione culturale Woodstock, diretta da Donata Indaco, sul palcoscenico del teatro Fellini di Catania. Un vero e proprio omaggio ad un genere artistico nato in Francia nella seconda metà dell’Ottocento e diffusosi rapidamente in molti altri paesi, compresa l’Italia, e che vanta numerosi appassionati anche alle nostre latitudini.

operetta 2016

Sulla scena grande protagonista è stata Cosetta Gigli, soprano a buon diritto riconosciuto come la “Regina dell’operetta italiana”. L’affascinante artista di Lucca, con il suo impareggiabile timbro vocale e proponendo eleganti abiti ricchi di piume e paillettes, si è con la solita maestria disimpegnata con celeberrime opere quali “La vedova allegra”, “Cin cin là”, “Il paese dei campanelli”, “Al cavallino bianco”, solo per citare le più note. Ad accompagnare la sua performance due artisti di talento: il tenore Antonio Costa e il “fantasista” Toti Sapienza. Sempre apprezzato  l’accompagnamento musicale curato dal duo Bouquet di Note, formato da Rosalba Nicolosi, al violino, e Simona Scirè, alla tastiera, così come gli acrobatici balletti proposti dalla compagnia Friends Art Musical con le coreografie di Mario Mannino ed Alessia Bella. A strappare ampie risate ci hanno pensato gli intermezzi comici con gli attori Giovanni Puglisi, Alba La Rosa, Gianni Sciuto, Francesca Barresi e Toti Finocchiaro, interpreti che hanno saputo presentare la quotidiana esistenza in maniera esilarante e grottesca. Un ben dosato mix per dare l’arrivederci al pubblico, in attesa della nuova stagione che andrà in scena nella nuova location del teatro Don Bosco di viale Mario Rapisardi, a Catania. Nuovo cartellone che proporrà sei spettacoli: Fiat Voluntas Dei di G. Macrì, U malandrinu di E. Serretta, Cinema che passione, varietà musicale allestito da Cosetta Gigli; ed ancora L’eredità dello zio Canonico di A. Russo Giusti, La vedova allegra, operetta di F. Lehar, infine Jazz…tando, originale spettacolo proposto da Cosetta Gigli con Minnie Minoprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *