Serie C: il Catania perde a Matera. Il Lecce è promosso

Sconfitta per 2-1 nella città dei “Sassi” per gli etnei. Non basta il gol di Russotto ad inizio ripresa per risollevare le sorti del match

2

Una prestazione insufficiente quella dei ragazzi di Cristiano Lucarelli di oggi pomeriggio allo stadio XXI Settembre di Matera contro la squadra di mister Auteri, dove, la compagine rossazzurra è uscita sconfitta per 2-1. Entrambe le reti dei padroni di casa sono arrivate allo scadere dei due tempi.

Il Catania visto oggi pomeriggio non è stato quello al quale ci eravamo abituati prima della scorsa sconfitta interna contro il Trapani. La pressione e, forse, anche l’ormai abbandono della possibilità di aggiudicarsi la promozione diretta al campionato cadetto, ha messo in difficoltà la squadra siciliana che questo pomeriggio nella città dei “Sassi” ha giocato un buon calcio ma senza concretizzare le azioni più promettenti. Fin dai primi minuti dei primi quarantacinque di gioco la formazione rossazzurra ha creato ghiotte occasioni da gol e, già al sesto minuto, il solito Curiale è andato  vicino alla rete del vantaggio su rovesciata, ma l’intervento con la mano (non visto dal direttore di gara e dal suo collaboratore di linea) di un difensore del Matera non ha permesso al Catania di portarsi avanti nel punteggio.

Le opportunità per concludere nella porta di Golubovic non mancano e, ad andare vicino al gol del vantaggio è Russotto alla mezz’ora, ma il suo tiro a giro termina sul fondo senza impensierire più di tanto la difesa avversaria. Nel momento migliore del Catania, però, sono proprio i padroni di casa a sbloccare il match con Di Livio, al quarantaduesimo minuto della prima frazione di gioco, il quale sfrutta una disattenzione dei centrali di difesa etnei per battere di potenza in rete.

Nella ripresa i rossazzurri tornano subito in partita dopo soli quattro minuti. Biagianti semina il panico nell’area di rigore azzurra ed incrocia un cross rasoterra da Playstation per Russotto, il quale insacca senza grosse difficoltà.

Entrambe le rose cominciano a giocare a viso aperto, ma il Catania sembra perdersi un po’ tatticamente ed ogni discesa verso la porta avversaria termina per sfumare a causa della mancanza di uomini pronti a concretizzare. Alla fine, la gara, sembra essere indirizzata verso il pareggio, ma un altro errore della difesa rossazzurra (al novantesimo minuto) permette a Sernicola di insaccare a rete con la porta quasi sguarnita. Risultato finale di 2-1 in favore dei padroni di casa.

In virtù dei risultati dagli altri campi, i pugliesi di Liverani ottengono la vittoria del campionato e la promozione diretta in Serie B; mentre il Catania, adesso, si trova terzo ad un solo punto dal Trapani ad una giornata dalla fine. Nell’ultima sfida della Regular-Season gli etnei dovranno vincere ad ogni costo contro il Rende e sperare in un pareggio o in una sconfitta della squadra granata, la quale se la vedrà sul tortuoso campo di Cosenza. In palio il secondo posto che in termini Playoff sta a significare “Accesso diretto ai quarti di finale”, evitando così un turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *