Serie A, risultati e analisi 2° giornata

Prima vittoria per il Milan, frenano ancora Napoli e Juventus. L’Inter soffre ma vince nel segno di Jovetic, Sassuolo, Chievo, Torino e Palermo a punteggio pieno.

Sono passate solo due giornate dall’inizio della stagione 2015/2016 e la classifica è già stravolta da cima a fondo; la Juventus è ferma a 0 punti insieme alle neo promosse Carpi, Bologna e Frosinone e al nuovo Empoli di Giampaolo, mentre il Chievo di Maran si gode la vetta in compagnia di Sassuolo, Palermo, Torino e Inter.

La giornata si apre alle 18 di Sabato al Dall’Ara di Bologna, dove i padroni di casa trovano proprio i neroverdi allenati da Di Francesco; partita nel complesso noiosa che si sblocca solo all’81° minuto grazie alla rete, la seconda stagionale, di Antonio Floro Flores. In serata è la volta del Milan che conquista i primi 3 punti del suo campionato grazie al tandem d’attacco Bacca-Luiz Adriano. È proprio l’ex Siviglia a sbloccare il match, abile a sfruttare l’assist del compagno di reparto e a depositare alle spalle di Skorupsky; passano appena quattro minuti (20°) e l’Empoli pareggia grazie alla marcatura dell’ex rossonero Riccardo Saponara. Nel secondo tempo Pucciarelli ha sul destro la palla del 2-1 ma non riesce a trovare il guizzo che ha invece Luiz Adriano qualche minuto dopo, sfruttando una disastrosa uscita del portiere avversario; 2-1 finale e prima vittoria in campionato per i ragazzi di Mihajlovic.

La domenica si apre squadra di casa mette in mostra un calcio veloce e un pressing asfissiante, costringendo la Juventus sempre più all’interno della sua area. Solo il palo colpito da Pjanic impedisce ai giallorossi di passare in vantaggio, ma sarà lo stesso bosniaco a trovare la rete dell’1-0 grazie a una punizione perfetta a scavalcare la barriera dai 20 metri. I ragazzi di Allegri accennano una reazione ma restano in 10 per una clamorosa ingenuità di Evra, che prende due cartellini gialli nel giro di 5 minuti. Il raddoppio porta la prima firma italiana di Edin Dzeko che, di fatto, chiude la sfida; inutile la rete di Dybala all’89°, seconda sconfitta consecutiva per i bianconeri che mai erano partiti così male dal 1912.

In serata da registrare la prestazione superlativa del Chievo che cala il poker contro una Lazio esageratamente impacciata; doppietta di Paloschi, poi reti di Birsa (anche due assist per lui) e di un fantastico Meggiorini; 4-0, miglior attacco e vetta. Continua a vincere anche l’Inter, che esce con i 3 punti dall’insidiosa trasferta del Braglia contro il Carpi grazie alle marcature di Stevan Jovetic, capocannoniere dei nerazzurri con tre reti in due partite. Dopo essersi portati in vantaggio nel primo tempo, gli uomini di Mancini hanno lentamente smesso di giocare permettendo a Di Gaudio di pareggiare l’incontro. A due minuti dal termine però il numero 10 nerazzurro ha siglato il definitivo 2-1 dal dischetto, che ha permesso all’Inter di trovarsi a punteggio pieno prima della sosta per le nazionali. Non arriva invece il successo per il nuovo Napoli di Maurizio Sarri che, dopo la sconfitta all’esordio, pareggia al San Paolo contro la Sampdoria dopo essersi portato in vantaggio nel primo tempo addirittura di due gol (doppietta di Higuain). La squadra di Zenga trova il pari nella seconda frazione nel giro di tre minuti grazie a uno strepitoso Eder che prima segna dagli 11 metri e poi realizza la sua personale doppietta al termine di un’azione da urlo, seminando il panico tra la difesa azzurra.

Altra vittoria per il Palermo, nuovamente per 1-0, al nuovo Friuli di Udine. Il merito della rete di Rigoni è tutto di uno strepitoso Vazquez, che sforna un assist al bacio per il compagno. Primo successo stagionale anche per il Genoa di Gasperini ai danni dell’Hellas Verona al Luigi Ferraris, di Pavoletti e Gakpe le marcature della gara. Stop per la Fiorentina che non riesce a bissare il successo dello scorso turno contro il Milan, merito di un Torino in grado di rimontare il gol di Marcos Alonso nelle prime battute segnando addirittura tre reti, tutte di fattura italiana, ad opera di MorettiQuagliarella e Baselli. A completare il quadro è l’Atalanta che, dopo la sconfitta all’esordio a San Siro, mette a sedere il Frosinone con le realizzazioni di Stendardo e del Papu Gomez. Ancora a 0 punti la squadra di Stellone.

Classifica: 

 

Chievo               6            

Torino                6            

Sassuolo           6            

Inter                   6            

Palermo             6            

Sampdoria        4            

Roma                 4            

Genoa                3            

Atalanta             3            

Fiorentina          3            

Udinese             3            

Milan                  3            

Lazio                  3            

Napoli                1            

Verona               1              

Bologna             0            

Juventus            0            

Empoli                0            

Frosinone           0            

Carpi                   0             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *