SECONDO SEMINARIO ETNORGANOLOGICO AL CONSERVATORIO “CORELLI”

Venerdì 20 aprile alle ore 15,00, dopo gli unanimi consensi riservati al primo seminario, quello dedicato ai flauti semplici, doppi e tripli della tradizione pastorale, gli strumenti musicali popolari siciliani concedono il bis al Conservatorio “Arcangelo Corelli” di MessinaLocandina

Venerdì 20 aprile, a partire dalle ore 15:00, è in programma, infatti, il secondo seminario etnorganologico promosso dal Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani di villaggio Gesso, e fatto suo dai vertici istituzionali dell’importante realtà di formazione musicale messinese.

Il tema etnorganologico prescelto, quanto mai interessante, è quello dedicato alle ance semplici e doppie della tradizione siciliana, ovvero, clarinetti semplici e doppi, pifera (oboe popolare) e zampogna a paro, popolarmente conosciuta come ciaramedda.

Ad introdurre l’atteso incontro il curatore scientifico del Museo, Mario Sarica, che proporrà documenti di ricerca, che danno conto della centralità di questi strumenti nella millenaria vicenda etnorganologica delle culture del Mediterraneo.

Poi, sarà la volta dei costruttori e suonatori, rispettivamente di area nebroidea e peloritana, Pinello Drago, di Galati Mamertino, e Rosario Altadonna, di Messina, che riveleranno i loro segreti costruttivi e performativi.

A chiudere l’incontro, la testimonianza del compositore e musicista, Gemino Calà, che proporrà l’ascolto di materiali sonori originali, che esaltano l’uso di questi arcaici strumenti a fiato della tradizione, in scritture musicali davvero originali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *