Scienze politiche, convegno di studi sulla politica nel primo dopoguerra

Giovedì 14 novembre alle 15:30 nell’aula magna di Palazzo Pedagaggi

image001

Le prime elezioni politiche in Italia a suffragio universale maschile e con legge proporzionale. Sarà il tema principale, a 100 anni da quel 16 novembre del 1919, del convegno di studi dal titolo “Le elezioni del 1919 – Alle origini del sistema politico dell’Italia contemporanea” in programma giovedì 14 novembre, alle 15,30, nell’aula magna di Palazzo Pedagaggi del Dipartimento di Scienze politiche e sociali.

Al convegno – organizzato da Giovanni Schininà, docente di Storia dei processi di democratizzazione e di Storia dell’Italia contemporanea, nell’ambito delle attività del corso di studi in Storia e Cultura dei Paesi mediterranei – parteciperanno docenti e studiosi di storia politica provenienti da diversi atenei.

Apriranno i lavori il direttore del Dsps Giuseppe Vecchio e la prof.ssa Pinella Di Gregorio, presidente del corso di laurea magistrale in Storia e Cultura dei Paesi mediterranei. A seguire, gli interventi di Giovanni Schininà sul voto del 1919 in Italia e in Europa, Maurizio Ridolfi (Università di Roma III) sui primordi degli studi su partiti di massa, Elisabetta Colombo (Università di Chieti/Pescara) sul voto maggioritario e proporzionale, e Fabrizio Rossi (ex-consigliere al Senato della Repubblica) sulle ripercussioni delle elezioni del 1919 sul rapporto tra governo e Camere.

I lavori proseguiranno venerdì 15 novembre alle 9, con gli interventi di Marco Pignotti (Università di Cagliari) sui processi e tentazioni delegittimanti nella campagna elettorale del 1919, Andrea Baravelli (Università di Ferrara) sul peso della guerra sulla campagna elettorale, Enzo Fimiani (Università di Chieti-Pescara) sulla “vittoria mutilata”, Tito Forcellese (Università di Teramo) sui voti di preferenza nelle elezioni del 1919 e Giancarlo Poidomani (Università di Catania) sul ruolo della Sicilia nelle elezioni del 1919.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *