Il Salotto di Agathae, il ritorno alla tradizione da un’idea di Orazio Tomarchio

il Salotto di Agathae, un luogo che nel giorno della festa dedicata alla patrona di Catania Sant’Agata verrà aperto a personaggi importanti e conosciuti della città 

38149411_1775916212530027_2366091118224867328_o (1)

Un salotto aperto ad amici, personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e della moda per magnificare la Patrona di Catania Sant’Agata. Nasce da un’idea di Orazio Tomarchio imprenditore, make-up artist e creatore de La Truccheria Cherie, nonché devoto e collezionista di arte sacra, soprattutto oggetti di culto dedicati alla Santa.

Il Salotto di Agatha, un ritorno alla tradizione, ai fasti di un tempo, quando l’antica nobiltà catanese apriva le proprie case, i propri balconi, per vivere la festa assieme agli amici. E proprio come allora, martedì 5 febbraio, a partire dalle 18, nella giornata clou dei festeggiamenti, quando il fercolo con il busto reliquario della patrona attraversa via Etnea, Orazio Tomarchio ha scelto le sale dell’Una Hotel per riservare gli splendidi palchi d’onore che si affacciano sul salotto della città sia alle telecamere di Telecolor in diretta con la conduzione di Eva Spampinato e in streaming sul sito lasiciliaweb per seguire la festa in diretta online da tutto il mondo, sia ai propri ospiti che avranno modo di  condividere con le migliaia di catanesi sparsi nel mondo, ricordi ed episodi di vita vissuta o spirituale legati alla Vergine martire morta per mano di Quinziano.

Un’idea che rientra anche nel progetto professionale di Orazio Tomarchio che per il secondo anno consecutivo ha dedicato ad “Agathae” una limited edition di make-up e skincare firmata Cherie Maquillage, nata dalla contaminazione di fede e devozione nei confronti della martire catanese.

 Già nel 2018, Tomarchio ha creato un rossetto rosso “sang royal” di nome “Agathe”, ispirato al sangue del martirio, mentre quest’anno presenterà un olio essenziale chiamato “Luce di Agata” composto da fiori di zagara, mandorla amara e una miscela di preziosi oli del mediterraneo e contaminato dall’oro zecchino 23k, simbolo di opulenza e ricchezza che contraddistinguono l’arte barocca del busto reliquario della Santa.

I fiori e gli addobbi di “Intrecci” dei fratelli Giardinaro, le stoffe del fashion designer Marco Strano e i dolci di Seby Sorbello faranno da contorno ad un evento glamour misto tra fede e folklore. In particolare, lo chef Sorbello offrirà per l’occasione dei dolci tipici della festa catanese: le “minnuzze” di Sant’Agata rivisitate in chiave 4.0, contaminate anch’esse da oro zecchino ed effetti metallici.

In tema con la serata Tomarchio indosserà degli abiti unici con l’applicazione di ex voto, pezzi rari ispirati al culto agatino, realizzati appositamente per il make-up artist dall’azienda Ex voto promissum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *