Rugby, la Nazionale contro la violenza di genere

In occasione del prestigioso match contro gli All Blacks, sulla schiena degli Azzurri saranno mostrati i numeri relativi ai dati sulla violenza di genere 

fullsizeoutput_a512

La grande attesa per il Cattolica Test Match della Nazionale italiana rugby contro i mitici All Blacks si arricchisce di un’importante iniziativa a sfondo sociale che mette una accanto all’altra Discovery Italia, ActionAid e la Federazione Italia Rugby. 

Sabato, prima di scendere in campo contro gli All Blacks Campioni del Mondo nel terzo e conclusivo Cattolica Test Match della finestra internazionale 2018, Ghiraldini e compagni svolgeranno il riscaldamento sul prato dello Stadio Olimpico di Roma indossando delle maglie speciali.

Sulla schiena degli Azzurri, infatti, saranno ben visibili alcuni numeri relativi ad una recente indagine Istat sulla violenza di genere nel nostro Paese: si tratta di una delle tante iniziative a supporto del prossimo 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. 

«Il rugby è uno sport di combattimento, di contatto, e proprio per questo motivo rifugge qualunque forma di violenza, tra pari o nei confronti del più debole. La Fir, in coerenza con i valori fondanti della nostra disciplina, è impegnata nel sensibilizzare la società civile contro qualunque forma di discriminazione e vessazione, ed insieme agli atleti della Nazionale, primi ambasciatori del nostro sport, e a due tra le direttrici di gara più in vista sulla scena internazionale, abbiamo aderito con entusiasmo alla richiesta di sostenere le campagne di Discovery Italia e ActionAid in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne», ha dichiarato il Presidente della Fir, Alfredo Gavazzi. 

italia-rugby-16-nove

Per Marco De Ponte, Segretario generale di ActionAid Italia, «ActionAid è impegnata da anni per sostenere i diritti delle donne, in Italia e nel mondo. La collaborazione con Fir e Discovery riesce finalmente nell’obiettivo di coniugare una campagna di sensibilizzazione molto significativa sulla violenza contro le donne con il sostegno ad un progetto concreto. WE GO 2 mette al centro l’indipendenza economica delle donne come una delle chiavi di fuoriuscita dalla violenza domestica, favorendo il loro ingresso nel mondo del lavoro attraverso un migliore coordinamento dei servizi e il supporto del mondo aziendale».

Infine Alessandro Araimo, amministratore delegato di Discovery Italia: «Il senso di responsabilità sociale è alla base del nostro modo di interpretare il ruolo di editore. Abbiamo voluto con forza essere promotori di un progetto che coinvolgesse il mondo del rugby e affrontasse una tematica che, giorno dopo giorno, assume contorni sempre più drammatici. Il palcoscenico dell’Olimpico di Roma e le centinaia di migliaia di persone che seguono il rugby su DMAX saranno un veicolo fondamentale per sensibilizzare sempre di più l’opinone pubblica in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *