RUGBY, ALL’ULTIMO RESPIRO BINGO FAMILY AMATOR CATANIA

Gara sofferta per gli etnei contro una Toscana forte e decisa. Sempre sotto la formazione di Vittorio e Costantino ma vogliosa di non perdere. Credere significa vincere e Madero materializza la quarta vittoria consecutiva

nella foto madero calcia

Ripartire più forti di prima. Ripartire con la consolidata voglia di continuare a stupire in questo girone tre della Serie A. Secondo posto da conservare per la Bingo Family Amatori Catania nonostante l’ostacolo Toscana Medicei. Avversario tosto, forte col pacchetto di mischia, l’andata parla da sola con una sconfitta da riscattare per gli etnei. Coach Vittorio e Costantino però ritrovavano Giuseppe Sapuppo al rientro e davano fiducia dal primo minuto ad Ardito in prima linea con Achraf e D’Aleo.

Gara della concentrazione e della risposta mentale dopo la lunga sosta. Ma la prima risposta non è etnea ma della Toscana: partenza razzo della formazione dei Medicei che andava subito in meta al minuto sette con D’Aliesio e successivamente trasformazione di Pietrangeli per il primo vantaggio della gara. L’Amatori stentava a reagire, merito anche degli avversari ben messi in campo, troppi errori e poca lucidità nei primi minuti dopo lo svantaggio. Al minuto diciotto però touche perfetta dei biancorossi all’interno dei 22 metri, Ardito usciva bene dalla rack e andava in meta. Madero come al solito trasformava il pareggio.

nella foto christian ardito

Amatori però troppo disattenta e fallosa: questo permetteva a Pietrangeli di calciare il piazzato tra i pali per il nuovo sorpasso, 7-10. Al minuto trentacinque stavolta a parti invertite era Madero a calciare perfettamente per la nuova parità dalla zona centrale, 10-10. Allo scadere della prima frazione nuova distrazione degli etnei e meta di Pietrangeli con Matuk che beccava giallo e nuovo vantaggio Toscana Medicei 10-15.

Vittorio e Costantino con fermezza cercavano di scuotere il gruppo con indicazioni importanti per rinascere e risorgere dall’inerzia negativa della gara.

Ripresa con maggiore aggressività per l’Amatori, con una certa pressione nella metà campo avversaria, ma ancora tanti, troppi, errori di ultimo passaggio. Toscana di contro difendeva bene e non concedeva nulla nonostante la voglia e l’intraprendenza etnea. Pressione però che portava con insistenza e voglia alla meta perfetta di Roberto Greco grazie ad un cambio di fronte repentino. Madero però stavolta da posizione defilata no centrava i pali, 15-15. Toscana però a testa bassa, sfruttando anche errori in touche degli etnei si riportava sotto e tornava nuovamente sopra con la quarta meta della giornata stavolta di Manigrasso. Pietrangeli anche stavolta era educatissimo nel calciare in mezzo ai pali, 15-22. Reagiva però stavolta la formazione di Vittorio e Costantino e a sette dalla fine riusciva con Lucignano a schiacciare l’ovale in meta, ma Madero non riusciva a pareggiare i conti, 20-22.

Due punti la differenza e finale al cardiopalma: spingeva la Bingo Family Amatori Catania e a tempo praticamente scaduto ecco l’occasione. L’arbitro fischiava la punizione in favore degli etnei e da posizione defilata Madero usciva fuori il calcio perfetto, del fuoriclasse, rispondendo con il guizzo della vittoria agli errori precedenti. Finiva cosi con l’Amatori che a tempo scaduto riusciva a portare a punti fondamentali ma senza bonus contro una Toscana forte e decisa che ha fatto letteralmente soffrire gli etnei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *