Roma. Inaugurazione della mostra di fotografia del Marchese Giacomo Arezzo Di Trifiletti

Roma. Sabato 10 Ottobre 2020 ore 17:00 l’inaugurazione della mostra di fotografia del Marchese Giacomo Arezzo Di Trifiletti. La Mostra si potra’ visitare fino al 18 Ottobre.

45
La sua indole romantica e solitaria la porta, gentile Marchese Giacomo Arezzo Di Trifiletti ad esprimersi con molti scatti fotografici che sono come un “prolungamento” della sua anima. Non è cosi?
Sinceramente non mi definirei solitario. Ciascuno di noi vive nel mondo ed in esso cerca di trovare una collocazione consona alla propria personalità. Io vivo cogliendo il particolare da ogni cosa che vedo, ogni persona che incontro, riproducendola in fotografia e in musica. In entrambi i casi, come lei afferma, esiste senza dubbio un prolungamento della mia anima… cerco di far vedere o ascoltare, me stesso attraverso gli scatti o le note. Lo immagino e, secondo l’intenzione, scatto. E’ un modo di vivere, di camminare, di calpestare suoli, che diversamente non avrei modo di conoscere. E’ un modo di scoprire colori, odori, di trovare attimi altrimenti nascosti e sconosciuti. Tutto è fotografabile, dipende soltanto da quello che si vuole esprimere di ciò che si è visto, per come lo si è visto. Io cerco di far rivivere la natura per quello che è: uno splendido mistero della realtà
Ci parli della sua mostra fotografica. Come si svolgerà? Che temi affronterà?
La mostra di fotografia si svolgerà a Roma, in via Pinerolo 2b, dal 10 al 18 ottobre 2020 e avrà come tema “Castelluccio di Norcia tavolozza di colori fra cielo a terra”. La fioritura di Castelluccio quest’anno è stata particolarmente bella. E’ stato davvero emozionante cogliere le sfumature di colori dai fiordalisi, margherite, papaveri, grano ed ogni altro fiore spontaneo che nasce in quell’altopiano. Le nuvole poi mi hanno consentito di giocare con i chiaroscuri in un modo incredibile. Mi sono davvero emozionato e spero di trasmettere queste mie emozioni al pubblico che visiterà la mostra“.
40 foto, dunque, saranno visionabili per la gioia dei visitatori. Qual’e’ l’orario migliore, secondo lei, per fotografare?
Esporrò 40 foto su tela, di cui 10 di grandi dimensioni. Non esiste un’ora particolare per fotografare perché la luce cambia continuamente nel corso della giornata. Talvolta è fortuna, talvolta è scelta, ma trovarsi con la luce giusta è fondamentale in fotografia“.
Lei Marchese Giacomo è anche un musicista. Ci parli della sua carriera. Quanti pezzi ha scritto e con quali suoi colleghi musicisti ha collaborato? Ci sarà durante l’inaugurazione della mostra di fotografia, una sua performance musicale?
La mostra sarà solo fotografica. Per rispondere alla sia domanda, ho autoprodotto 3 CD di canzoni, collaborando con amici musicisti professionisti in sala di registrazione a Genzano di Roma. Come per la fotografia, anche la musica è una mia passione fin da quando ero ragazzo, è un diverso modo di esprimere la mia personalità“.
Lei è nato a Palermo ma da molti anni ormai vive a Roma. Ha in progetto di realizzare anche un pomeriggio culturale nella sua Città natale?
Esporre le mie foto a Palermo rientra fra i miei sogni nel cassetto che spero tanto, a breve, di poter realizzare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *