Roland Garros 2014: Errani da urlo agli ottavi di finale

Sara Errani unica italiana ad approdare agli ottavi di finale del Roland Garros. Fognini stanco e nervoso pur avendo la partita in mano perde con il francese Gael Monfils  Niente da fare anche per l’altro azzurro Andrea Seppi che dice addio al torneo arrendendosi allo spagnolo David Ferrer. Fognini e Seppi ko


L’inarrestabile Sara Errani vola a Parigi agli ottavi di finale dopo l’infortunio della finale romana. E’ l’unica italiana ad approdare alla seconda settimana e rimanere in corsa al Roland Garros 2014 di Parigi dove incontrerà la serba Jankovic Jelena numero 7 del ranking wta.

La Errani giunge agevolmente al risultato, superando con facilità, in appena 52 minuti, l’israeliana Julia Glushko per 6-0 6-1. Nonostante la superiorità tecnica ed agonistica la “Sarita” non perde la concentrazione e regala all’ Italia un ottavo di finale tutto da seguire.

Male per gli altri due azzurri Fognini e Seppi, che salutano il torneo al terzo turno. Fognini si arrende al francese Gael Monfils al 5° set (5-7 6-2 6-4 0-6 6-2 ) in tre ore e 24 min.

Una vera e propria battaglia agonistica che vede partire bene l’azzurro che si aggiudica il primo set, consegnando la parte centrale del match al francese che approfitta dell’evidente calo fisico e mentale e del solito nervosismo di Fognini per portarsi a casa il 2° e 3° set. Nel quarto set non c’è partita. Fognini approfitta del “presunto” malessere fisico dell’avversario e chiude con un netto 6-0. Ma tutto si decide al quinto set a favore del francese “miracolato”, che misteriosamente si riprende da tutti i suoi malesseri che scompaiono all’improvviso.

Monfils schizza avanti 3-0. Mentre per la solita mancanza di autocontrollo Fognini rimedia anche un “penalty point” per aver fracassato la racchetta vicino al giudice di linea.

Il set finisce con il risultato di 6-2 per il francese che vola agli ottavi dove incontrerà lo spagnolo Guillermo García López.

Niente da fare anche per l’altro azzurro Andrea Seppi che dice addio al torneo arrendendosi allo spagnolo David Ferrer che si impone con  6-2, 7-6, 6-3 in 2 ore e 22 minuti. L’altoatesino si è trovato di fronte un avversario simile nel gioco ma attualmente nettamente superiore per solidità e tenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *