Robert Salas, capitano USAF, ospite d’eccezione del CUN Sicilia

Appuntamento molto interessante, data la notorietà dell’ospite, testimone dell’incidente di Malmstrom, quello organizzato dal CUN Sicilia domenica 6 ottobre presso la Sala Conferenze della Chiesa di San Biagio a Catania2019catania-ottbre

Davvero molto interessante il Convegno organizzato a Catania dal CUN Sicilia, domenica 6 ottobre 2019, alla presenza di un ospite internazionale, il capitano USAF Robert Salas, ufficiale di lancio dei missili Minuteman, che fu testimone dell’incidente di Malmstrom, una base militare americana, ovvero del blocco dei missili in essa collocati,dovuto, secondo Salas, all’apparizione di oggetti volanti non identificati, gli UFO. Il Convegno The 1967 Missile/UFO Incident. Robert Salas – “The UFO Phenomenon An Estimate Situation” si è svolto, in collaborazione col Kiwanis Catania Centro e con Globus Television, alle ore 18.30 presso la Sala Conferenze della Chiesa di San Biagio.attilioconsolante

Il dott. Attilio Consolante, Presidente del Coordinamento CUN Sicilia, coadiuvato da Davide Ferrara, vicepresidente dello stesso, hanno presentato l’importante ospite americano al pubblico affluito numeroso per l’occasione.

Salas ha trattato dei temi in particolare: Gli incidenti ufo del 1967 nel Montana, la congiura del silenzio da parte degli Usa, le esperienze personali su rapimenti alieni e cerchi nel grano e tanti altri in successione.

Ma cosa successe esattamente in quella base aerea statunitense, nella Malmstrom Air Force Base, situata nel Montana, uno Stato federato degli Stati Uniti d’America?

Erano le prime ore del mattino del 16 marzo 1967 nella base dotata dei missili intercontinentali  Minuteman.

variefasidellaconferenza

Salas si trovava nel sottosuolo della base quando un oggetto simile ad una stella che viaggiava a zig-zag fu vista da un aviatore che poco dopo si accorse di altre due luci che si comportavano in maniera simile. Anche il suo sottufficiale e altri due uomini da lui chiamati videro le circonvoluzioni effettuate da quelle luci. Fu chiamato anche il comandante, il capitano Robert Salas, che si trovava sotto terra presso il centro di controllo dei lanci e che aveva il compito di monitorare un centro di lancio dotato di 10 missili nucleari Minuteman. Il Minuteman è un ICBM, cioè un missile balistico intercontinentale costruito dagli USA in grado di trasportare testate nucleari fino alla distanza di quasi 10.000 chilometri. Il missile è contenuto in grandi silos di cemento rinforzati e collegati ai siti di comando con cavi corazzati per non essere distrutti da un eventuale attacco atomico. Tornando ai fatti, subito dopo un oggetto volante di colore rosso fuoco e all’apparenza incandescente si piazzò sopra il cancello d’ingresso della base, ma l’evento più importante fu costituito dal fatto che tutti i missili si disattivarono, posizionandosi sulla modalità “no-go”, condizione in cui i missili non possono essere lanciati. “In pratica, durante il tempo che l’oggetto stava ancora sorvolando il nostro impianto – ha dichiarato Salas – i missili risultavano disattivati”. Lo stesso coperchio del silos di circa 20 tonnellate fu sollevato da quell’oggetto e posto distante a terra.

robertsalas

Stesso scenario a venti km di distanza, presso l’Echo-Flight Launch Facilities, dove in una base vicina, avvenne la disattivazione dei Minuteman. Un oggetto volante era presente anche sopra quella base. Squadre di intervento furono mandate presso le strutture di lancio e all’arrivo dei militari specializzati tutti riferirono di avere visto oggetti volanti stazionare sopra le installazioni. I missili rimasero inattivi per la maggior parte della giornata. Quel giorno degli UFO avrebbero di fatto reso inermi i sistemi di lancio dei missili a testata nucleare di quelle basi. L’attività operativa delle stesse in questo senso fu completamente bloccata.

Le indagini dell’Air Force non riuscirono a spiegare il motivo dell’arresto. Secondo il capo ingegnere della Boeing non c’era nessuna spiegazione tecnica che potesse spiegare l’evento. Gli UFO non erano stati presi nemmeno in considerazione. Non vi furono prove di una correlazione tra gli avvistamenti e la disattivazione di quello che ai tempi era definito un sistema primario di difesa/offesa.robertsalas4

Robert Salas, ne parlò invece in una storica conferenza stampa il 9 Maggio 2001, tenutasi presso il National Press Club a Washington DC, che vide la partecipazione di decine di testimoni militari e civili.

In seguito al clamore suscitato, l’ex comandante della base di Malmstrom, Eric D. Carlson, rese nota la sua versione dei fatti confermando il blocco dei missili che però sarebbe stato dovuto ad un guasto tecnico e non all’apparizione di un UFO. Diversi ufologi ritennero che l’intervento di Eric Carlson fece parte di un tentativo d’insabbiamento della vicenda. Dopo questo caso, tantissimi altri sono stati gli argomenti trattati, corredati da molte slide, che hanno interessato i presenti come:

September 2010 Witness testimon:

Lunedì 27 settembre del 2010 al National Press Club si svolse un incontro con la stampa organizzato da otto ex ufficiali statunitensi, compreso Salas, con il sostegno di altri 120 Militari che ruppero il silenzio volendo divulgare le loro drammatiche esperienze vissute in prima persona concernenti UFO e siti nucleari e che chiesero si facesse piena luce sulla verità relativa agli alieni e alle basi nucleari.

Salas e altri riferiscono che i militari all’epoca li esortarono a mantenere il massimo riserbo sugli incidenti ma ha anche affermato che il fenomeno UFO è reale, non immaginario e che, per quanto riguarda gli incidenti di disattivazione dei missili nucleari, lui è del parere che chiunque stia su queste astronavi stia inviando un segnale chiaro cioè quello che il possesso e la possibilità di utilizzare le armi nucleari rappresenta una potenziale minaccia per il genere umano e per l’integrità dell’ambiente del nostro pianeta.

Condon Investigation USAF – Investigator Roy Craig

Il Condon Commitee (Comitato Condon) fu il nome informale dato al “University of Colorado UFO Project”, un gruppo di ricercatori che si occuparono dello studio degli oggetti volanti non identificati attivato presso l’Università di  Boulder in Colorado dal 1966 al 1968 sotto la direzione del fisico Edward Condon. Il Dr. Roy Craig fu il principale investigatore sul campo per lo studio scientifico degli oggetti volanti non identificati, diretto dal Dr. Edward U. Condon.

Soesterberg Netherlan Febbraio 2-3 Josie Zwinenberg

Robert Salas, nel suo libro “Unidentified: The UFO Phenomenon…” ha dedicato più di due pagine sull’avvistamento di Josie Zwinenberg avvenuto il 2 febbraio 1979 vicino Soesterberg nei Paesi Bassi: un oggetto sospeso sopra gli alberi stimato in lunghezza da 100 a 165 piedi con molte luminose luci bianche intervallate da luci blu.

Rimase alla sua vista finché col suo cavallo non raggiunse gli alberi ma dopo aver sentito rumori di rami spezzati provenienti dalla foresta alzò lo sguardo e l’oggetto era già sparito.

Beale Air Force

è una base aerea militare gestita dalla United States Air Force situata in California, e in quella zona un diciassettenne, Giovanni b. Mullican, avvistò tre dischi volanti color argento poi inseguiti da aerei a reazione T33.

The UFO CABAL Evidence of existence

in cui Salas ha parlato di alieni e armi nucleari, della cabala degli UFO, termine usato per descrivere l’organizzazione alla base della copertura mondiale e della sua esperienza di rapimento.

(Testimony about the ET abduction experience).

Messages

Riferendosi anche ai disastri di Chernobyl e FukushimaSalas crede che gli occupanti degli UFO, nostri vicini cosmici stiano inviando dei messaggi chiari come:

1) Non sei solo. Viviamo anche in questa parte del cosmo.

2) Elimina le tue armi e guerre nucleari.

3) Aumenta il tuo livello di coscienza e reciproca preoccupazione per il nostro pianeta: la Vita è preziosa.

Minot Air Force Base. Thomas Tulien

Nelle prime ore del mattino del 24 ottobre 1968, il personale di manutenzione e sicurezza dell’aeronautica degli Stati Uniti (USAF), di stanza all’interno del complesso Minuteman, Intercontinental Ballistic Missile (ICBM) che circondava Minot AFB, North Dakota, osservò uno e a volte due UFO.

Phoenix (Arizona)

L’avvistamento collettivo di Phoenix (Arizona), noto anche come “luci di Phoenix” (Phoenix lights), fu un doppio avvistamento collettivo di luci (nel primo caso di luci in formazione a triangolo, nel secondo di luci stazionarie) nel cielo di Phoenix, che avrebbe coinvolto oltre 10 000 persone il 13 marzo 1997.

1985 Manhattan Beach ET and Me

Si tratta di un altro caso accaduto nel 1985 a Manhattan Beach, in California.

USS Nimitz – Novembre 2004 California

L’incidente della portaerei statunitense USS Nimitz nel 2004 è stato un incontro radar-visivo di un oggetto volante non identificato da parte dei piloti di caccia statunitensi del gruppo di attacco Nimitz Carrier. L’incontro principale si è verificato durante un esercizio di addestramento al combattimento condotto nell’Oceano Pacifico al largo della costa della California meridionale il 14 novembre 2004.

Portaerei Nimitz

Portaerei Nimitz

USS Princeton 

La USS Princeton, in diverse occasioni, ha rilevato il volo di velivoli anomali (AAVS) operanti nella zona circostante la CSG. Tali oggetti volanti sono stati visti.

L’incidente di Shag Harbour

è un presunto caso di UFO crash avvenuto nel 1967 nel villaggio di Shag Harbour in Nuova Scozia. Si tratta di uno dei più famosi casi di UFO del Canada. Il 4 ottobre 1967, alle 23.00 circa, un gruppo di cinque amici stava attraversando in auto il villaggio di Shag Harbour e all’improvviso videro un oggetto di grandi dimensioni passare in cielo davanti a loro. I testimoni riferirono che l’oggetto aveva la forma di una sfera con un diametro di circa 20 metri, era di colore ambra ed aveva in cima quattro luci che lampeggiavano in sequenza. L’oggetto seguì una traiettoria con un’inclinazione di circa 45° e finì la sua corsa nelle acque del porto, producendo un lampo luminoso e il rumore di uno scoppio.

Underwaters ET base – Moving through mountains – (Muoversi attraverso le montagne).

Da qualche tempo Salas ha saputo che ci sono visitatori o residenti di civiltà oltre la Terra che vivono nei nostri mari. In alcune occasioni, ha visto personalmente UFO entrare e uscire dall’oceano. È sicuro presumere che una civiltà avanzata con veicoli in grado di viaggiare nello spazio profondo sarebbe anche in grado di operare sott’acqua e in alcune montagne o vulcani come:

Mount Rainers, Washington State

Mount Adams, Washington State

Mount Popocatepeti Vulcano, Mexico,

Mount Uritorco, Argentina.

Staying in touch with crop circles (Rimanere in contatto con i cerchi nel grano).

The mummies” of Nazca  – Perù.Discovered in 2015.

E’ il caso delle mummie di Nasca e di un piccolo corpo umanoide lungo 25 cm testa mummificata e una mano gigantesca composta da tre dita con sei falangi e dotata di metallo impianti. La scoperta delle mummie avvenne nel 2015 in un sito sulla costa sud del Perù a nord della piccola città di Nasca.

ilpubblico

Finiti gli interventi, si è dato spazio alle numerose domande del pubblico presente e al termine dell’incontro molto applaudito, il dott. Attilio Consolante ha consegnato all’ospite americano Robert Salas una targa a ricordo dell’importante evento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *