Road to Cardiff: 2013, trionfo Bayern a Wembley

Nella prima finale tutta tedesca, ebbe la meglio il Bayern (2-1) grazie ad un gol di Robben ad un minuto dal 90'.

fonte foto: vavel.com

fonte foto: vavel.com

Alla fine Bayern fu: dopo due finali perse nel giro di tre anni, al terzo tentativo il Bayern si laurea Campione d'Europa per la quinta volta. A farne le spese i connazionali del Borussia Dortmund, che nulla possono fare per evitare il Triplete dei rivali bavaresi. Il cammino delle finaliste. Inserito nel gruppo D, il Borussia riesce a qualificarsi agli ottavi piazzandosi in prima posizione, davanti al Real Madrid. Decisiva la vittoria casalinga per 2-1 contro gli spagnoli. I bavaresi, nel gruppo F, si piazzarono anch'essi al primo posto a pari merito con il Valencia, ma si qualificarono come primi per via dello scontro diretto a favore. Agli Ottavi, il Borussia eliminò lo Shaktar Donetz: dopo il 2-2 in terra Ucraina, i Tedeschi si imposero per 3-0 a Dortmund eliminando gli ucraini. La vittoria per 1-3 contro l'Arsenal all'Emirates Stadium illuse i bavaresi che la strada per i quarti sarebbe stata in discesa: nel match di ritorno gli inglesi si imposero per 0-2 all'Allianz Arena facendo tremare non poco i tifosi tedeschi. Ai quarti il Bayern liquidò la Juventus di Conte con un doppio 2-0, mentre il Borussia si qualificò solamente nel recupero del match di ritorno contro il Malaga. Nella gara d'andata, giocatasi in Spagna, non si andò oltre lo 0-0, mentre nel match di ritorno i tedeschi acciuffarono la qualificazione solamente allo scadere: in vantaggio per 1-2 al 90', il Malaga subì la rimonta di Reus al 91' e di Felipe Santana al 92'. Le semifinali videro un doppio incrocio Spagna-Germania, risolto in favore delle squadre teutoniche. Se il Real non riuscì a ribaltare il 4-1 dell'andata, vincendo solamente 2-0 al ritorno, peggio fece il Barcellona. Nella semifinale d'andata il Bayern si impose per 4-0 in Germania, bissando la straordinaria superiorità nel match di ritorno, espugnando il Camp Nou per 3-0. La finale. Per rendere omaggio ai 150 anni della Football Association, l'Uefa decise di riproporre la finale a Wembley, due anni dopo il trionfo del Barcellona sul Manchester United. Questa volta la finale vide per la prima volta di fronte due squadre tedesche. A spuntarla fu il Bayern grazie al gol di Robben a due minuti dal 90'. Dopo aver vinto campionato e coppa nazionale, i bavaresi riuscirono a mettere in bacheca anche la quinta Coppa dei Campioni della loro storia. Tabellino Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weidenfeller; Piszczek, Hummels, Subotic, Schmelzer; Bender (Sahin 92'), Gündogan; Blaszczykowski (Schieber 90'), Grosskreutz, Reus; Lewandowski. A disposizione: Langerak, Kirch, Santana, Kehl, Leitner. All. Klopp Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Boateng, Dante, Alaba; Schweinsteiger, Javi Martinez; Robben, Müller, Ribery (Gustavo 94'); Mandzukic (Gomez 91'). A disposizione: Starke, Van Buyten, Shaqiri, Tymoshchuk, Pizarro. All. Heynckes Marcatori: Mandzukic 60', Gundogan 68' rig., Robben 88'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *