Riprende la serie “NON UCCIDERE” in onda dal 9 gennaio su Rai3

Parte il 9 gennaio 2016 la  seconda stagione della serie tv ” Non  Uccidere” su Rai3 con Miriam Leone 

Nella prima stagione di “Non Uccidere”, andata in onda su Rai3 dall’11 settembre al 16 ottobre, Valeria Ferro (Miriam Leone), ispettore della Squadra Omicidi della Mobile di Torino, ha indagato su diversi casi, ciascuno di essi teatro di un’umanità peculiare: è entrata nel mondo dell’alta borghesia piemontese, si è confrontata con i media a caccia di sensazionalismi, si è dovuta addentrare nei segreti di un convento di monache benedettine. Ma, soprattutto, si è dolorosamente interrogata sui misteri della sua famiglia: è stata davvero sua madre ad uccidere suo padre, quando lei era ancora una bambina? Ed è proprio con il finale del sesto episodio, che Valeria scopre una verità nello stesso momento spaventosa e liberatoria: sua madre Lucia si è sempre presa delle colpe non sue. “Tua madre è innocente!” le rivela Monica, l’ex compagna di cella di Lucia. Su questa incredibile rivelazione si apre la nuova stagione di “Non uccidere”: sei nuovi episodi che andranno in onda su Rai3 a partire da sabato 9 gennaio 2016 alle ore 21:45.

Perché Lucia ha tenuto questo terribile segreto per sé per tutti questi anni? Valeria, abituata ad indagare sui delitti in famiglia, non può che cercare delle risposte quando di mezzo c’è proprio la sua, di famiglia. Ma dovrà anche continuare il suo lavoro quotidiano, esplorando nuovi casi: tra night club omosessuali, aule di licei in cui anche le ragazzine più insospettabili hanno qualcosa da nascondere, i teatri più eleganti (in cui, in un episodio, si esibirà anche l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai). E poi, Valeria cercherà di mettere alle strette proprio la persona che l’ha messa al mondo e quella che la fa più soffrire: il conflitto con la madre non farà che acuirsi e le false piste la confonderanno sempre di più. Ma alla fine, come sempre, la verità verrà alla luce. Anche se non sarà quella che Valeria si aspetta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *