R.I.P. Demis Roussos, figlio di Afrodite

La mattina del 25 gennaio, la Grecia, già in tumulto per l’imminente elezione del nuovo presidente, si sveglia con una triste notizia: la morte di uno dei figli di Afrodite, il cantante e bassista Demis Roussos.

 Chi non ha mai ascoltato almeno una volta nella vita la mitica Chariots of Fire, colonna sonora del film “Momenti di Gloria”?

Questa canzone è solo una delle tante in cui Roussos collabora con il tastierista della sua ex band: gli “Aphrodite’s Child”, dei quali Demis era cantante e bassista.

Nato ad Alessandria d’Egitto il 15 giugno 1946, negli anni della gioventù fece parte di alcuni gruppi musicali ellenici (The Idols, We Five e soprattutto Aphrodite’s Child).

It’ five o’ clock e  Spring, summer,winter and fall sono solo alcuni dei grandi singoli di successo della band, come lo fu  il loro album 666 osannato da critica e pubblico. Le atmosfere greco-mediterranee mescolate al rock progressivo e ad un sottostrato di musica classica, davano alla loro musica un tocco quasi magico.

La band si sciolse nel 1971 a causa di dissidi tra i componenti e Roussos intraprese la sua carriera da solista, che gli diede grandi soddisfazioni come la vittoria al Festivalbar con la canzone Shall we dance.

Altri indimenticabili successi furono i singoli. “My friend the wind”, “My reason” , “Lovely Lady of Arcadia”e “Forever and ever” che fu in vetta alle classifiche di molti paesi nel 1973.

Nel 1985, dopo essere stato vittima, insieme ad altri passeggeri, di un dirottamento aereo, decise di dare una svolta  alla sua vita e rilanciò la sua immagine pubblicando l’ LP “Time”.

 Nella primavera del 2002 fece un tour del Regno Unito e nello stesso anno ha duettato con la nostra popolarissima Ivana Spagna nel brano “Tears of Love”.

Roussos ha continuato a registrare e ad esibirsi dal vivo fino a poco tempo prima della sua scomparsa, avvenuta la notte tra il 24 e il 25 gennaio all’età di 69 anni, dopo una lunga lotta contro una malattia che lo affliggeva da tempo.

A dare l’annuncio è stato un tweet da Parigi dell’amico Nikos Aliagas dove viene espressa tutta la  tristezza per l’avvenuta morte del grande amico e artista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *