R.I.P. al maestro Claudio Abbado

E’ morto il grande direttore d’orchestra, Claudio Abbado, aveva 81 anni, a Bologna, dopo una lunga malattia

Dopo aver dedicato la sua vita alla musica, a 81 anni, si è spento, a Bologna,  dopo una malattia, il grande direttore d’orchestra, Claudio Abbado. Da una anno era stato nominato dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, senatore a vita.

Nato a Milano il 26 giugno 1933 e figlio di un insegnante di violino, nel 1955 si era diplomato in pianoforte e direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Milano. Il primo grande riconoscimento arrivò già nel 1958, quando conquistò il primo posto al concorso Koussevitsky a Tanglewood, nel Massachussets: grazie a quel premio debuttò negli Stati Uniti con la New York Philarmonic. L’anno dopo debuttò a Trieste come direttore sinfonico, mentre l’esordio alla Scala arrivò nel 1960.

La sua carriera aveva preso il volo. Nel 1963 si aggiudicò il premio Mitropoulos della New York Philarmonic e fu invitato da Herbert Von Karajan a dirigere i Wiener Philharmoniker al Festival di Salisburgo. Nel 1968 il debutto al Covent Garden di Londra e quello alla Metropolitan Opera House di New York. Dirisse il Teatro la Scala, in quel periodo ci fu un profondo rinnovamento nella programmazione e nelle scelte artistiche del teatro milanese, sganciandosi da una logica puramente filologica e recuperando autori e opere per lungo tempo dimenticati.

Sui social network

Matteo Renzi: ” Un pensiero commosso a Claudio #Abbado. La sua generosità verso Firenze. La sua grandezza straordinaria”.

Salvo Raiti: “Il mondo della cultura perde uno straordinario interprete #Abbado. Riposa in pace e con melodia grande italiano.”

Umberto Ginestra: “Claudio #Abbado, un grande che se ne va. Palermitano per via di mamma”

Laura Boldrini:#strategiacultura La morte di Claudio #Abbado colpisce e commuove. Gli siamo grati per aver sostenuto la #cultura con tenacia e coraggio”

Marco Frittella: “e’ morto Claudio #Abbado, giorno tristissimo per la cultura. era un uomo di cui noi italiani potevamo andare orgogliosi.”

Eros Ramazzotti: “Ciao Claudio, porta la grande musica in cielo….#Abbado”

Sergio Cofferati – pagina ufficiale: “Con Claudio #Abbado se ne va un eccezionale musicista che ha sempre avuto una grandissima attenzione per i giovani.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *