Ricky Portera & Exem band …very rock a Biancavilla (Catania)

Tributo a Battisti e a Lucio Dalla. Piazza Roma di Biancavilla per la Notte Bianca ha ricordato i due grandi autori con una grande serata Rock.

 Può essere che contento Pippo Glorioso, Sindaco della cittadina etnea, che con tutta la sua giunta hanno voluto omaggiare i due grandi artisti scomparsi con la presenza in Piazza Roma del grande chitarrista Ricky Portera e della rock-band siciliana degli Exem.

Rock puro in una location d’eccezione, dove hanno suonato sempre i migliori: Battiato, Mario Biondi, Napoli Centrale tra i tanti.

Angelo Tomaselli (voce e tastiera) – Alex D’Orto (chitarre) – Angelo Coco (basso e fresco sposo) – Claudio Santangelo (batteria e sequencer) hanno suonato sul palco con Portera, chitarrista messinese e modenese d’adozione, artista di grande sensibilità e di grande carattere, che unendo melodicità e tecnica rock fa del suo strumento un efficace mezzo di comunicazione emozionale.

Ricordiamo che Portera, fondatore degli Stadio nel 1980, ha collaborato per tanti anni con Lucio Dalla come suo chitarrista. Ha suonato con i più grandi cantautori italiani, da Ron a Finardi, da De Gregori a Venditti, da Paola Turci a Loredana Bertè. Uno dei maestri nella “Notte delle chitarre”, performance che vede i migliori chitarristi esibirsi nei teatri della nazione.

Gli EXEM nascono nel 1992 in una Catania rock sempre viva, calda e ricca di energia. La stessa energia che gli EXEM trasmettono con i loro dischi e ancor più con i loro concerti, vera forza della band. Dopo 3 album autoprodotti, nel 2007 nasce il loro 4° album “Isola ribelle” prodotto dalla indipendente CDF  ed è un successo. I singoli “Isola ribelle” e “Soltanto e solo te” entrano nelle playlist di tutte le radio segnando così un traguardo molto importante nella loro carriera artistica. 

Nel 2009 Nasce il singolo “Io canto e tu“, un brano di Gianni Bella, riarrangiato in chiave rock dagli EXEM e da Gianni Bella (masterizzato allo Sterling Sound di New York dal grande Ted Jensen).

 

Il concerto di Biancavilla

Amplificati dalla Moonlight Service di Belpasso, di Riccardo Nicoloso, la band degli Exem sale sul palco per seguire una scaletta che ovviamente verrà stravolta dalla presenza e dalle estemporaneità musicali del grande Portera …e il pubblico coinvolto ringrazia.

Si inizia con un medley di Battisti, poi tutto in chiave di vero e puro rock con la Fender di Portera più aggressiva che mai (la pedaliera di Salvo Calà ha funzionato alla grande). ‘Isola Ribelle, Vita, Se io fossi un angelo, Insieme a te sto bene’. Immancabile il medley sugli Stadio nei 40 anni musicali del chitarrista siculo-modenese, con brani dedicati da Ricky al sindaco Glorioso, ricordando inoltre come il Portera nazionale sia stato già ospite della piazza di Biancavilla, in un memorabile concerto con Dalla, nel lontano 2002.

Chiedi chi erano i Beatles, Stella di Mare’, e poi tanto Dalla commentando l’hit ‘Grande figlio di Puttana’, che aveva intristito la mamma Antonietta e incuriosito papà Portera.

Gli Exem hanno presentato due brani del loro repertorio come ‘Io canto e tu’, riarrangiando il brano di Gianni Bella e poi il brano di Paolo ConteVia con me’.  

Portera ricordava come da ragazzo conobbe Vasco Rossi in un bar modenese e come commentò l’aver ascoltato in anteprima la ‘Silvia’ del singer di Zocca. Ma una versione very-rock di ‘Gli Spari sopra’ è bastata ad infiammare la piazza, come pure riproporre ‘Impressioni di Settembre’, che legava la vena compositiva di Ricky al nascente ma consolidato progressive-rock della PFM e poi ‘Una Città per cantare’ (The Road) un brano del ’72 di Danny O’Keefe, cantautore statunitense, portato al successo da Jackson Browne e in Italia dall’amico Ron nell’80 (con un track-inside di Dalla e De Gregori). Ancora Dalla in ‘4 Marzo 1943’ e una magnifica – e raccontata – versione di Ayrton (Senna). 

Pubblico coinvolto quando il Portera decide, stravolgendo come sempre la scaletta, di sedersi tra la gente cantando a cappella prima la degregoriana ‘Generale’ per poi accettare by requestFegato Spappolato’ del Vasco nazionale, ottima in versione improvvisato-rock. 

Un ‘Ciao’ finale per tributare il rock a Biancavilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *