RI-ColtiviAMO partecipa alla manifestazione di Roma dedicata al volontariato

Il progetto RI-ColtiviAMO partecipa alla manifestazione di Roma dedicata al volontariato. Nello stand enogastronomico il primo prodotto delle terre coltivate grazie a Fondazione CON IL SUD ed Enel Cuore. Attesa la proiezione della video-mostra con i cortometraggi del regista Eugenio Bollani.

 Logo Ri-coltiviAMO

S’intitola “Nani sulle spalle di Giganti” la video-mostra che sarà presentata alle 12.30 di sabato 21 settembre nel Teatro Parrocchiale “SS. Angeli Custodi”, in piazza Sempione, a Roma, nell’ambito della sesta edizione della manifestazione “Il volontariato incontra Montesacro”, in programma dal 20 al 22 settembre proprio a piazza Sempione.

Un evento che rinnova l’incontro tra le associazioni di volontariato impegnate su vari fronti, pronte a incontrare la città nella suggestiva cornice di questa piazza.

Una tre giorni di intense relazioni, che avrà tra i protagonisti anche RI-ColtiviAMO, progetto sostenuto da Fondazione CON IL SUD ed Enel Cuore Onlus nell’ambito dell’iniziativa “Terre Colte 2017”. Un intervento che renderà produttivi – grazie alla coltivazione di grani, ortaggi, ulivi e piante officinali – terreni incolti nella zona del Golfo di Castellammare che verranno lavorati da soggetti con disabilità psichica e disagio sociale come da giovani immigrati, rivolgendosi anche a donne che hanno vissuto l’esperienza del cancro.

A rappresentare RI-ColtiviAMO ci sarà il suo capofila, la cooperativa ROSSA SERA con il primo dei prodotti – la caponata di melanzane – che proviene da quelle terre che si stanno lavorando e che ben presto daranno tanti buoni frutti.

Non a caso quelle che si racconteranno, attraverso quattro cortometraggi che portano la firma del regista Eugenio Bollani, sono storie di quotidiana santità fiorite nella terra di Sicilia.

rossa sera

Partendo dalla frase di Bernardo di Chartres… “… noi siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l’acume della vista o l’al­tezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti”,  abbiamo individuato quattro figure di giganti della terra di Sicilia che, attraverso la loro testimonianza legata a Fede, Speranza, Educazione e Carità,  possano per noi essere lo spunto per guardare oltre la nostra picco­lezza.

La maestra e gli angeli”, è la video-storia di Maria Saladino di Camporeale, la  maestra che ha combattuto la mafia con le armi del catechismo e della preghiera raccontata dall’attore GiuseppeSantostefa­no.

Quando il bisogno diventa fabbisogno” è il racconto, da parte di un cast di pupi siciliani, della storia di Danilo Dolci e di come ha realizzato grandi opere, anche una diga per dare acqua ai campi.

Quando il credito diventa speranza” è un video- fumetto grazie al quale conoscere la storia della nascita della Banca dell’Assunta a soste­gno dei contadini promossa e realizzata da don Giuseppe Rizzo.

Infine, “Quando il meno diventa più”, la storia del Beato Giacomo Cusmano nella Sicilia di fine ‘800, che inventa un modo semplice per sfamare i poveri di Palermo, un boccone alla volta.

Un momento significativo per i partner di questo progetto (Servizio e Promozione Umana Onlus, Consorzio di Ricerca “Gian Pietro Ballatore”, Organizzazione Umanitaria Internazionale “LIFE and LIFE”, cooperativa “NO Colors”, Agripantel e Sicilia Isola dei Tesori) la sinergia che si può mettere in atto ridando vita a terreni che diversamente non ne avrebbero avuta, occasione per diventare linfa vitale di una comunità che si occupa a 360 dei soggetti più fragili che ne fanno parte.

caponata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *