“Repertorio Telematico” dei commercial diver italiani in continua evoluzione trasnazionale

Comincia a prendere forma e sostanza il Repertorio Telematico gestito dall’assessorato al lavoro della  regione siciliana, istituito a seguito della legge 07/2016 “Disciplina dei contenuti formativi per l’esercizio delle attività della subacquea industriale” e al Decreto Presidenziale n.31/2018 che ha creato il regolamento. pal (2)Attualmente annovera più di 60 iscritti (il primo iscritto è stato inserito nel mese di febbraio di quest’anno) e ci sono iscritti diver dalla Russia, Tunisia, Grecia, Francia, Libia, Iran, Egitto, mentre dall’Italia gli iscritti oltre che dalla Sicilia sono da  Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Sardegna e Toscana.

pal (3)Sono già diverse le ditte, in ambito nazionale, che cercano fra i sommozzatori iscritti  agevolando la spendibilità sul mercato del lavoro dei titoli formativi conseguiti ed il loro riconoscimento in sede internazionale, motivo per cui è stato creato il repertorio telematico dei soggetti formati nell’ambito della subacquea industriale.

Sono in 10 diver, che appena concluso l’esame del corso per INSHORE DIVER, hanno chiesto l’iscrizione al repertorio, mentre si preparano altri 15 a chiedere l’iscrizione nelle prossime settimane, appena completato il corso per INSHORE DIVER, che è appena iniziato.

Anche se la domanda di iscrizione al repertorio, pubblicata sul sito della regione siciliana, assessorato a lavoro, prevede la possibilità di iscrizione di soggetti formati anche in altre regioni o stati esteri, purché  i titoli conseguiti rispettino quanto previsto dalla legge, e cioè essere conformi nei contenuti agli standard internazionalmente riconosciuti, con riferimento ai tempi di immersione e di fondo ed alle attività in acqua, dall’International Diving Schools Association (IDSA) (art.3.2 LR 07/2016), visto che l’iscrizione al repertorio è libera ed è consentita a tutti coloro che abbiano conseguito un idoneo titolo rilasciato da istituti statali o pubblici, ovvero da centri di formazione professionale accreditati dalla Regione ai sensi della vigente disciplina e sottoposti alla relativa vigilanza, ovvero un titolo rilasciato da altra Regione.
I titoli rilasciati da altre Regioni devono essere comunque conformi ai criteri di controllo e vidimazione previsti dalle relative norme e devono rispettare i tempi indicati dall’IDSA; attualmente tutti gli iscritti sono stati formati a Palermo che continua ad essere il punto di riferimento per una formazione adeguata.

Per dare maggiore visibilità al Repertorio, attualmente i funzionari dell’Assessorato al Lavoro lavorano affinché venga completato quanto richiesto dall’articolo 10.2 del DPRS n.31/2018, e cioè l’inserimento dei tre titoli di formazione normata “inshore diver”,  “top up offshore air diver” e “altofondalista offshore sat diver” nel database tenuto dalla Commissione europea e pubblicato sul relativo sito internet per agevolare il riconoscimento delle qualifiche ai sensi della direttiva n.2005/36/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 7 settembre 2005, questo unitamente all’adozione degli adempimenti necessari nei confronti dei competenti uffici ed organismi dello Stato per l’inserimento delle qualificazioni.

ins (19)Questo è anche il motivo per il quale l’Assessorato al lavoro della Regione Siciliana, in base al Decreto Legislativo 9 novembre 2007, n.206Attuazione della direttiva n.2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali“, dove viene specificato che  il ruolo di “Autorità Competente” ai fini del riconoscimento dei titoli, a ricevere le domande, a ricevere le dichiarazioni e a prendere le decisioni in merito oltre che alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministeri vari, possono essere anche le regioni a statuto speciale come la Sicilia che, con il suo Assessorato Regionale al Lavoro rappresenta l’unica “autorità competente” per la qualifica di “diver” nei confronti della Commissione Europea per il Mercato interno, che controlla la Libera circolazione dei professionisti.

ins (16)“Repertorio Telematico” dei commercial diver italiani (Legge 07/2016 e DPRS (decreto presidente regione siciliana) n. 31/2018), gestito dall’Assessorato al Lavoro della Regione Siciliana, SERVIZIO VII – POLITICHE GIOVANILI – OCCUPAZIONE GIOVANILE – MOBILITA’ NAZIONALE E TRASNAZIONALE

Viale Praga, 29 – 90146 Palermo (PA) – servizio7diplav@regione.sicilia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *