RENDE-ACIREALE 1-0: Acireale, il mal di trasferta continua

Limiti evidenti, limiti che fanno si che la squadra di Pagana, non decolli. Probabilmente l’errore di valutazione che accreditava l’Acireale tra le pretendenti per il salto di categoria rimane ancora vivo, ma solo perché in questo torneo non esiste una squadra in grado di primeggiare, altrimenti i sogni di gloria erano già riposti nel cassetto dei sogni.

RENDE: Quintiero; M. Novello, Cassaro, Piscopo; Mazzotta (90' Riconosciuto), Ferchichi, F. Palermo, Palma (75' Habey), Ferraro (71' Gozzerini); Cipolla; Garritano. A disp.: Maiorano, Regnante, Orientale, Della Rocca, Brandi, Cresciuto, Consiglio. All. Napoli.

ACIREALE (3-4-1-2): Ruggiero; Tumminelli (52' Rizzo), Viscomi, Orlando; D; La Vardera (79' Iania), J. Pedro (79' Mauceri), Cozza (61' Ba), Cannino; Savanarola; De Feliice (71' Souarè), Pozzebon. A disp.: Mazzini, Mbaba, C. La Vardera, Russo. All. Pagana.

ARBITRO: Colaninno di Nola (Maione-Pelosi).

MARCATORI: 83' Gozzerini

NOTE: Ammoniti: Cassaro, Mazzotta, Palermo (R), Tumminelli, Cozza, Pozzebon (A)

Limiti evidenti, limiti che fanno si che la squadra di Pagana, non decolli. Probabilmente l’errore di valutazione che accreditava l’Acireale tra le pretendenti per il salto di categoria rimane ancora vivo, ma solo perché in questo torneo non esiste una squadra in grado di primeggiare, altrimenti i sogni di gloria erano già riposti nel cassetto dei sogni.

Stesso Acireale formato trasferta, magari diverso negli uomini a causa delle squalifiche di Silvestri e Buffa, ma sterile e fragile che ha evidenziato i limiti di finalizzazione ed errori individuali.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

5° Incursione di La Varedera che mette a palla in mezzo, De Felice anticipato di un soffio al momento del tiro.

6° guadagna una punizione Savanarola, batte Cozza, pallone respinto dalla difesa ospite.

8° guadagna una punizione sulla tre quarti avversaria Cannino, batte sempre Cozza, palla sul fondo.

11° incursione del Rende, prova il tiro Palermo ma trova pronta la risposta di Ruggiero.

19° guadagna un punizione Pozzebon, sulla palla Cozza che crossa, pallone che passa tutta l’area di rigore e viene spazzata in angolo.

20° ammoniti Pozzebon e Cassaro per reciproche scorrettezze.

22° ammonito Tumminelli per un fallaccio.

25° guadagna una punizione Joao Pedro, sulla palla Cozza che crossa ma il pallone finisce sul fondo.

29° Prova il tiro Cipolla, pallone parato da Ruggiero.

32° guadagna una punizione Savanarola, sulla palla Cozza che crossa ma il pallone viene spazzato.

2 minuti di recupero.

45° guadagna una punizione dal limite Pozzebon.

Prova Pozzebon pallone deviato dalla barriera.

Finisce il primo tempo con il risultato di 0 a 0.

SECONDO TEMPO

5° Guadagna una punizione il Rende che pero’ non produce nessun pericolo.

52° Sostituzione Acireale esce Tumminelli entra Rizzo.

54° lancio di Savanarola per De Felice, anticipato in uscita da Quintiero.

58° guadagna un angolo in Rende, sula bandierina crossa Palermo, spazza la difesa Acese.

59° ammonito Cozza per scorrettezza.

Punizione per il Rende, sulla palla Palermo che crossa al centro spazza la difesa dell’Acireale.

61° sostituzione Acireale, esce Cozza entra Ba.

63° ci prova Joao Pedro dal limite, pallone a lato.

66° ammonito Palermo per fallo su Savanarola.

68° cross di Joao Pedro e colpo di testa di Pozzebon para sicuro Quintiero.

69° ci prova Novello, dopo uno slalom, pallone fuori.

71° Il Rende sostituisce Ferraro per Gozzerini e l’Acireale De Felice per Talla Soure.

75° Sostituzione per Il Rende entra Abbey esce Palma.

77° guadagna un angolo in Rende, dalla bandierina Palermo Crossa, pallone deviato ancora in angolo-

Nuovamente dalla Bandierina Palermo crossa esce Ruggiero e blocca il pallone.

78° ammonito Mazzotta per un fallo su Joao Pedro.

79° Per l’Acireale entra Iania e Mauceri ed escono Joao Pedro e La Vardera.

83° Goal del Rende, il tiro di Cipolla viene deviato da Ba, la palla viene toccata da Ruggiero si stampa sulla traversa e rimane in campo, Gozzerini è piu’ lesto di tutti e deposita in rete.

87° prova il tiro Savanarola pallone parato da Quintiero.

90° sostituzione per il Rende entra Riconosciuto per Mazzotta.

5 minuti di recupero.

Finisce 1 a 0 con il Rende.

Quando nel calcio una squadra che deve provare a vincere il campionato subisce la sesta sconfitta esterna, allora non si può parlare di sfortuna, episodi o periodo covid, ma si parla di consapevolezza che non si è maturi e si è probabilmente sopravalutato una squadra che non regge le pressioni della piazza.  Ci saranno ancora occasioni, la strada è ancora lunga, ma credere in una crescita definitiva, risulta oggi un'utopia.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *