Renato Zero sulla cresta dell’onda, tutto Sold Out a Milano

Con l’apertura del nuovo anno, Renato Zero ha cantato, in quattro date, nella grande Milano, facendo esaltare i suoi “sorcini”. Reduce da un instancabile lavoro che gli ha procurato tanta fortuna e tanta felicità.

Renato_Zero_@_Wind_Music_Awards_2016_05

Renato Zero, nome d’arte di Renato Fiacchini, ha avuto una lunga carriera ed ancora non rallenta, non si ferma, continua a spingere e a dare di più, per non deludere i suoi innumerevoli fan.

Ultimamente, con l’apertura del nuovo anno, Renato ha cantato, in quattro date, nella grande Milano, facendo esaltare i suoi “sorcini”.

Sorcini, si chiamano così i fan del nostro mitico Renato Zero, sono loro che hanno permesso il Sold Out a Milano.

I sorcini, un termine inventato negli anni settanta, è stato suggerito proprio da Renato Zero, ai suoi fan, perché gironzolavano in giro con i motorini.

Durante le ultime serate, tenutesi a Milano, Renato ha voluto comunicare, al suo pubblico, di aver avuto un instancabile lavoro, ma che gli ha procurato tanta fortuna e tanta felicità.

Il cantautore, showman, ballerino e produttore discografico, durante la sua lunga carriera ha pubblicato 38 album, di cui 27 in studio, 7 live e 3 raccolte ufficiali.

Ha scritto più di cinquecento canzoni ed ha affrontato differenti tematiche in ognuna di loro.

Tra le più ricordate e le più conosciute: Non basta sai, Il tuo safarì, Mi vendo, Il cielo, Io uguale io, Triangolo, Il carrozzone, Amico, Amore sì, amore no, Più insieme, I migliori anni della nostra vita, Cercami, Emergenza nuova, Innocente, Quando parlerò di te e tante altre.  

La sua carriera è iniziata negli anni 70, ma, una volta arrivato secondo a Sanremo, è riuscito a farsi conoscere e a farsi apprezzare dal pubblico.

Intorno al 2000, ha iniziato a condurre su Rai 1 Tutti gli zeri del mondo, esibendosi in contemporanea in giro per il mondo tenendo vari concerti.

Insomma, Renato Zero non ha mai deluso i suoi sorcini e non intende farlo nemmeno ora.

Ecco, infatti, che a Milano, ha stupito il pubblico inserendo un ospite d’eccezione della serata: Eros Ramazzotti.

I due hanno duettato insieme con la canzone “Favola mia” ed il pubblico si è commosso.

Questo è stato uno dei momenti in cui Renato Zero ha interagito con il pubblico, ma ci sono stati tanti altri momenti in cui lo ha reso sempre più orgoglioso di lui.

Renato Zero continua ad essere un super maestro facendo in modo che la musica continui a piacere nonostante il mutare degli anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *