Recuperi serie A: Juventus corsara a Crotone; Milan vincente in 9 uomini

Si recuperavano ieri le sfide tra Crotone e Juventus e tra Bologna e Milan, rinviate a causa della finale della Supercoppa Italiana. I bianconeri volano a +7 sulla Roma; rossoneri vincenti col cuore, in nove uomini.

StadioSport.it

StadioSport.it

La Juventus di Massimiliano Allegri espugna l’ “Ezio Scida” di Crotone e conquista tre punti di grande importanza, che danno il via, forse, definitivo alla fuga verso il tricolore. Sette, adesso, le lunghezze di vantaggio dei bianconeri sulla Roma, addirittura nove sul Napoli. Un cuscinetto comodo, su cui, però, non ci si dovrà appisolare, considerato il momento d’oro vissuto dalle due dirette antagoniste. La gara di ieri pomeriggio segue il copione previsto: il Crotone punta tutto sulla solidità difensiva. Non si concedono spazi, con dieci uomini dietro la linea della palla. Una diga che regge per un’ora di gioco, quando, all’ennesimo tentativo, Mandzukic batte Cordaz, regalando il vantaggio ai suoi. Da lì in poi, la partita si addormenta, prima che Higuain chiuda i conti con il suo sedicesimo gol in campionato. Continua la “sindrome dei secondi tempi” per i calabresi, ormai ad un passo dalla retrocessione, che gettano al vento quanto di buono fatto nelle prime frazioni quasi regolarmente. Non una Juventus spettacolare, ma solida quanto basta per portare a casa la vittoria.

Nell’altro recupero, si risolleva il Milan di Montella che, dopo tre sconfitte consecutive in campionato, torna al successo espugnando Bologna. Una vittoria di cuore ed attributi quella dei rossoneri che, ad un certo punto della gara, si sono trovati in doppia inferiorità numerica a causa delle espulsioni rifilate a Paletta e Kucka. Il momento della squadra di Donadoni, però, è più che complicato. I rossoblù, infatti, sembrano aver subito il colpo psicologico delle sette reti subite qualche giorno fa per mano del Napoli e, nonostante il cospicuo vantaggio numerico, “riescono” a perdere. Decide una rete di Pasalic, imbeccato splendidamente dal nuovo arrivato Deulofeu, migliore in campo in assoluto del match. Da segnalare anche la prova di Donnarumma che in più occasioni ha tenuto in piedi la “baracca”, con alcune parate ai limiti del normale. Milan che sale a quota 40 in classifica, a -3 dal quarto posto, in una bagarre europea che promette spettacolo da qui fino al termine della stagione. Il Bologna, d’altro canto, resta a quota 27. Il vantaggio sulla zona retrocessione è ampio (+13), ma per i felsinei questo campionato può essere etichettato come “anonimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *