Radon: il killer invisibile. I Lions sull’inquinamento ambientale

Presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Lab. Naz. del Sud,
LIONS, INFN, INBAR ED ARPA discutono di ‘Radon’ 
INQUINAMENTO AMBIENTALE DA RADON,
Rischio per la salute: prevenzione e bonifica.  

Service Interclub “Educazione all’ambiente e alla sostenibilità” 

Scatta l’allarme inquinamento ambientale: il suo nome è Radon!

Chi di voi lo conosce? Pochi, davvero pochi sappiamo di cosa si tratta. Eppure è la seconda causa di morte per cancro ai polmoni.

Tutti lontani da prese elettriche, fessure di qualunque sorta, attenzione alle falde idriche, distanziamoci da terreni vulcanici, facciamo arieggiare gli ambienti, occhio ai materiali da costruzione…il pericolo è sia ‘in’ che ‘out’! Ma tra i due mali …meglio ‘out’.

Insomma: di cosa si tratta? ‘Trattasi di un gas radioattivo più pesante dell’aria, incolore, inodore, chimicamente inerte, impercettibile senza adeguati sistemi di rilevamento, proveniente per lo più da terreni con un elevato contenuto di Uranio/Radio’.

Questo è il modo in cui il prof. Carlo Spitaleri, padrone di casa, ordinario di Fisica Nucleare presso l’Ateneo Catanese nonché ricercatore INFN, definisce il nostro “coinquilino”.

Proprio perché a noi così vicino, sebbene in modo subdolo, i Lions del Distretto 108Yb (Catania Host, Etna, Nord, Bellini, Gioeni, Stesicoro Centrum, Riviera dello Ionio, Faro Biscari, Agorà, Mediterraneo, Paternò, Adrano-Bronte-Biancavilla, Randazzo) hanno voluto parlarne, affidando l’argomento a personaggi esperti della materia: il prof. Michelangelo Maria Di Salvo (Direttore U.O.C. Angiologia Med.-Az.Policlinico CT, specialista in Medicina del Lavoro, coord. Sanità Pubblica Distretto Lions 108Yb), che discute sugli interventi del legislatore per la bonifica degli ambienti di lavoro, l’arch. Anna Carulli  (coord. INBAR-Sicilia), che spiega quanto sia dannoso l’utilizzo di taluni materiali nell’edilizia poiché innalza la concentrazione di radon, il prof. Massimo Carpinelli (ordinario di Fisica Applicata – Univ.di Sassari e presidente Comm.Scientifica Nazionale V° INFN), che parla del Progetto ENVIRAD per il monitoraggio delle emissioni di radon sul territorio nazionale, la d.ssa Maria Cristina Reitano (Dirigente Fisico ARPA Sicilia), che spiega il ruolo di primo piano svolto dall’ARPA, l’ing. Biagio Ciarcià (ingegnere civile edile), che ci illumina sulle corrette modalità di isolamento delle nuove costruzioni e sulle opere di bonifica per gli edifici già esistenti.

‘Perché rendere la società civile edotta è il principale scopo dell’associazionismo lionistico – ribatte il Governatore del Distretto 108Yb-Sicilia, dr. Antonio Pogliese ed anche oggi abbiamo fatto quello che sentivamo giusto fare, per il bene della società tutta’.

 

Presenti, oltre i vari presidenti dei distretti Lions aderenti al Service Interclub, il Sindaco di Catania, avv. Raffaele Stancanelli, il prof. ing. Santi Cascone (assessore mobilità e viabilità del Comune di Catania), il notaio Maria Grazia Tomasello (presidente IV Circoscrizione), il dr. Giuseppe Spampinato (presidente V circoscrizione), il prof. Stefano Romano – in qualità di sostituto del dr. Giacomo Cuttone (direttore Laboratori Nazionali del Sud INFN Catania), l’ing. Carmelo Maria Grasso (presidente Ordine degli Ingegneri Provincia di Catania).

Moderatore è stato il dr. Luigi Savarino (biologo, consulente del Distretto Lions 108Yb per l’Area Ecologia-Ambiente-Energia).

Ricordate bene: si tratta di un killer subdolo e silenzioso. Non serve guardarci intorno per scansarlo: dobbiamo aprire bene la mente e prevenirlo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *