R.I.P. Ron Bushy, mitico batterista degli Iron Butterfly

Ci lascia per complicanze tumorali lo storico batterista degli Iron Butterfly, poderosa band californiana di Heavy Metal formatasi nel 1965. Famoso il suo assolo centrale nel brano "In-A-Gadda-Da-Vida", 17 minuti di puro rock-ascetico.

Ritorna "nel Giardino dell'Eden" Ron Bushy, il batterista degli Iron Butterfly, l'unico della band californiana di San Diego presente nei sei gli album della band. Dal sito californiano TMZ si legge che Ron è morto. all'età di 79 anni. all'UCLA Medical Center di Los Angeles, dopo una lunga malattia per un cancro esofageo.

Dal profilo Facebook della band si conferma la notizia: "Ron Bushy il nostro amato e leggendario batterista degli Iron Butterfly è morto pacificamente, con la moglie Nancy al suo fianco, alle ore 00:05 del 29 agosto all'UCLA Santa Monica Hospital. Vicino a lui c'erano le sue tre figlie. Era un vero combattente. Era nato il 23 dicembre 1941. Ci mancherà molto!".

Bushy arrivò alle cronache musicali mondiali per il suo lungo assolo di In-A-Gadda-Da-Vida, brano heavy-rock dal poderoso suono "ascetico-tribale". Per ottenere il particolare drumming del brano di dice che "nell'assolo Bushy tolse le pelli inferiori dei suoi tom. Le tracce di batteria furono in seguito sottoposte al Flanging". Come conosciuto designer Ron realizzò loghi e grafiche che caretterizzarono il merchandising degli Iron Butterfly. Presente in tutta la produzione discografica della Farfalla di Ferro: 1968 - Heavy - 1968 - In-A-Gadda-Da-Vida - 1969 - Ball - 1970 - Metamorphosis - 1974 - Scorching Beauty - 1975 - Sun and Steel

Gli Iron Butterfly si formarono per la prima volta a San Diego nel 1965. Della formazione facevano parte il tastierista Doug Ingle, il bassista Jerry Penrod, il batterista Ron Bushy, il chitarrista Danny Weis e il cantante Darryl DeLoach. Tuttavia gran parte dei membri del gruppo (eccetto Bushy e Ingle) abbandonò la band nel 1967, alla fine delle registrazioni dell'album Heavy, che sarebbe stato pubblicato nel 1968 (riscuotendo comunque ottime recensioni da parte della critica) quando avevano già fatto il loro ingresso nella band il bassista Lee Dorman e il chitarrista Erik Brann, allora diciassettenne, molto più giovane rispetto agli altri membri del gruppo.

Con questa nuova formazione gli Iron Butterfly, nello stesso anno, incisero un album intitolato In-A-Gadda-Da-Vida che inizialmente suscitò polemiche da parte dei discografici poiché la traccia omonima – che avrebbe occupato l'intero lato B dell'album – con i suoi 17:03 minuti sarebbe stata troppo lunga; la band fu costretta quindi a registrarne una versione priva di assoli. Dopo che il disco raggiunse un grande successo entrando anche nella Top 10, fu permesso al gruppo di inserire l'intero pezzo nell'LP. Nel 1969 il gruppo pubblicò il suo terzo album, Ball, che riscosse un successo minore rispetto al precedente.

Gli Iron Butterfly, pubblicato il loro primo album, "Heavy" nel gennaio del 1968, furono chiamati in tour con per aprire i concerti di band famose come i Doors, i Cream e The Who. L'album molto apprezzato dalla critica rimase in classifica per circa un anno. La seconda uscita, nel giugno 1968, fu "In-A-Gadda-Da-Vida", un successo mondiale con ben 30 milioni di copie vendute. Dopo Metamorphosis del '70, il gruppo si sciolse, con un memorabile concerto d'addio il 23 maggio 1971, per poi riunirsi nel '74. Tra i tanti musicisti che a titolo fecero parte della band fu importante la presenza di Mike Pinera – voce, chitarra, che entrò nel 1978.

Il 2012 fu anno nefasto, morirono infatti il chitarrista Larry "Rhino" Reinhardt, membro degli Iron Butterfly negli anni '70 e '80, e Lee Dorman, il bassista degli esordi. Ron Bushy lascia la moglie, Nancy, le loro tre figlie e sei nipoti. 

(fonti web, youtube, wikipedia)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *