R.I.P. Pau Donés, leader degli Jarabe de Palo

Muore a 53 anni Pau Donés, cantante, compositore e chitarrista degli Jarabe de Palo, a causa di un cancro contro il quale combatteva dal 2015.IMG_0759

La notizia è arrivata attraverso il profilo Instagram della band di cui Donés era il leader da 20 anni. Accompagnato da una foto in bianco e nero del musicista, questo il messaggio: “La famiglia Donés Cirera riferisce che Pau Donés è morto il 9 giugno 2020 a causa del cancro di cui soffre dall’agosto 2015. Vogliamo ringraziare il team medico e tutto il personale dell’ospedale Vall de Hebrón, ospedale di Sant Joan Despí Moisès Broggi, ICO (Institut Català di Oncologia), Servei de Paliatius dell’Ospedale di Viella e VHIO (Istituto Oncologico di Vall Hebrón) per tutto il loro lavoro e dedizione. Chiediamo il massimo rispetto e intimità in questi momenti così difficile”.

pau-dones-324x235Pau, era nato a Barcellona, l’11.10.66, una vita per la musica. Ultimamente stava lavorando al suo nuovo album (il 14°) ed era soddisfatto di aver appena pubblicato un nuovo brano, Tragas o Escupes. Era rientrato da poco nelle scene musicali internazionali, sospese nel 2019 per dedicarsi alla figlia Sara, suo grande amore.

Ho di nuovo il tumore, ma non fermo il mio tour” – aveva dichiarato recentemente – “Il tumore è tornato“, ma Pau Donés decideva di non fermarsi e https://www.google.com/url?sa=i&url=http%3A%2F%2Fwww.globusmagazine.it%2Fjarabe-de-palo-il-tour-al-mandanici-di-barcellona-pozzo-di-gotto%2F&psig=AOvVaw3dbajGCDJ84ft35EG_ML-8&ust=1591793123676000&source=images&cd=vfe&ved=0CAIQjRxqFwoTCOjUp8ri9OkCFQAAAAAdAAAAABADcercare di essere di nuovo in tour. Aveva dichiarato a Di Lei nel 2017: “Nelle scorse settimane mi sono rimesso in tour pochi giorni dopo una chemioterapia – ha spiegato -. Due anni fa non sapevo cosa mi fosse successo. Dovevo capire. E in più mi ero dovuto sottoporre a un’operazione chirurgica per asportare il cancro. È stato bello tornare a una vita normale, non quella pazza da artista. Però poi ho sentito l’esigenza di suonare e quell’idea mi ha ridato energia. È stata una terapia, non solo mentale ma fisica”.

Nel 1996 esplose a livello internazionale La flaca il primo grande successo di Pau con gli Jarabe de Palo.

Partiti da basi latin rock, “La flaca” fa vendere cinque milioni di copie in tutto il mondo del loro primo album. Dopo quel periodo arriva nel 1998 “Depende”, secondo album che esce solo in Spagna e viene posticipato nel resto d’Europa alla primavera del 2000. (Depende è il secondo album del gruppo spagnolo Jarabe de Palo. In Italia è stato pubblicato con l’aggiunta del brano Dipende, realizzato con la collaborazione di Jovanotti).

Nel febbraio del 2001 esce “De vuelta y vuelta”, e nel 2003 “Bonito” che vede tra le collaborazioni anche Jovanotti. Nell’autunno 2005 viene pubblicato invece 1M2 (Un metro cuadrado) a cui segue nel 2007 “Adelantando”, che in Italia beneficerà del singolo “Mi piace come sei” interpretato con la collaborazione di Niccolò Fabi.
Nel 2009 esce “Orquesta riciclando”, un album nel quale il gruppo spagnolo rivisita la propria discografia dandole una nuova veste. Nello stesso anno splendido duetto con I Nomadi nel brano Lo specchio ti riflette.
Una grande frequenza musicale in Italia e tante collaborazioni con musicisti italiani.  e nel 2010 sul palco dell’Ariston per la quarta serata del Festival di Sanremo, cantando con Fabrizio MoroNon è una canzone

Nel 2011, l’ottavo album della carriera degli Jarabe de Palo: Y ahora que hacemos?. Come accaduto in passato, per il mercato italiano si è cercata la collaborazione con un grande nome del pop-rock per il lancio del primo singolo: La quiero a morirè interpretata con Francesco Renga.

Nel novembre 2013 esce “Somos”, il singolo che precede di quattro mesi la pubblicazione dell’album omonimo. Tra gli ospiti del disco compaiono Kekko dei Modà in “Oggi non sono io” mentre Jovanotti contribuisce alla scrittura di “Oggi non sono io” e alla scrittura della versione italiana della title track, “Siamo”.

Nel 2017 è uscito infatti l’album “50 Palos”, entrato nelle prime posizioni delle hit parade per diverse settimane. Ma è stato anche pubblicato il libro di Pau Donés (“50 stick”) che era già alla quinta edizione.

Era una splendida persona, che avevamo conosciuto ed intervistato per Globus Television nel 2018, prima di un concerto in Sicilia, simpatico nel porsi e allegro nelle risposte. Come nella sua musica …spumeggiante e lunatico.
Appuntamento in un accogliente baretto dell’Aeroporto di Catania, vista Etna, e vista granita con brioche …una leccornia davvero siciliana per tutti. Tanta voglia di stare sul palco ma qualkche tristezza dovuta alle cure obbligate per combattre l’acerrimo nemico che lo affliggeva dal 2015 e che – ci diceva – aveva superato brillantemente nel 2016. 

Finita l’intervista ci lasciamo con la promessa di un prossimo incontro magari negli studi televisivi per uno speciale. Lui prosegue per Barcellona Pozzo di Gotto (ME) per quello che sarà un fantastico e applaudito concerto per l’anniversario dei vent’anni “50 Palos“.
immxweb201718_Jarabedepalo

Un concerto particolarissimo, capace di travolgere ed emozionare. Tappa il 24 marzo 2018, alle ore 21, al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) per il tour “20 anos” dei Jarabe De Palo, la band di Pau Donés (voce) con Alex Tenas (batteria), Joan Gené (basso), Jordi Mena (chitarra), Daniel Forcada (percussioni).

Stare sul palcoscenico e avere una lunga carriera è molto complicato, ed essere riusciti a mantenere l’empatia con il pubblico è il miglior regalo” (Pau Donés).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *